Scheda programma d'esame
FILOLOGIA GRECA
ENRICO MEDDA
Anno accademico2018/19
CdSFILOLOGIA E STORIA DELL'ANTICHITA'
Codice524LL
CFU6
PeriodoSecondo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
FILOLOGIA GRECAL-FIL-LET/02LEZIONI36
ENRICO MEDDA unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Al termine del corso lo studente avrà acquisito conoscenze tecniche avanzate in relazione alle problematiche connesse con la produzione di edizioni critiche di testi poetici greci antichi (analisi dei manoscritti, costituzione del testo, produzione dell'apparato critico, analisi metrica ecc.). 

Knowledge

The student who successfully completes the course will be able to demonstrate a solid knowledge of the main instruments of textual criticism applied to classical Greek texts. He will be aware of the problems inherent to the manuscript transmission of ancient texts and scholia and will be able to demonstrate advanced knowledge of linguistic and metrical problems; he will be aware of the cultural history of the texts discussed during the course and of its relationship with the constitutio textus; he will be able to elaborate a clear and correct apparatus criticus of an ancient text.

Modalità di verifica delle conoscenze

L'acquisizione delle conoscenze sopra indicate sarà verificata, oltre che attraverso l'esame, anche attraverso l'interlocuzione con gli studenti nel corso della discussione dei testi prescelti durante le lezioni.

Modalità d'esame: Esame orale finale

Sarà verificata la capacità dello studente di tradurre dal greco antico con consapevolezza dei problemi testuali, la conoscenza dei rapporti fra manoscritti e varianti, e la capacità di esporre i problemi e le possibili soluzioni.

Assessment criteria of knowledge

The student's ability to explain correctly the main topics presented during the course at the board will be assessed. She/he will be requested to present a few textual problem among those discussed, to evaluate the solutions proposed by earlier critics and to argue in favour of one of more of them; metrical problems may be discussed if they have been presented during the course.

Methods:

  • Final oral exam

Further information:
The student will be assessed on his/her ability to translate from Greek with full awareness of the textual problems, to interpret the relationship between manuscripts and variant readings, to expose particular problems and to discuss the possible solutions.

Capacità

Al termine del corso lo studente sarà capace di valutare in modo autonomo la tradizione manoscritta del testo studiato e di arrivare, a partire da essa, alla produzione di un testo critico correttamente elaborato. Sarà inoltre in grado di trarre dagli apparati critici delle edizioni esistenti tutti i dati di conoscenza rilevanti, e di discutere tutti i problemi posti dai testi a livello linguistico, metrico, stilistico e letterario, affrontandoli in modo metodicamente corretto.

Modalità di verifica delle capacità

Le capacità acquisite saranno verificate sia in sede d'esame, sia durante le lezioni attraverso l'analisi di manoscritti e il confronto sistematico con le edizioni critiche esistenti

Comportamenti

Lo studente dovrà acquisire piena familiarità con gli strumenti e con la terminologia tecnica filologica,e saperla utilizzare per la presentazione di problemi complessi. 

 

Modalità di verifica dei comportamenti

Durante le lezioni saranno utilizzate edizioni critiche diverse del testo in esame, e sarà richiesto agli studenti di estrarne le informazioni utili alla discussione, e di evidenziarne pregi e limiti dal punto di vista del metodo

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

L'esame richiede le conoscenze linguistiche e storico letterarie di base e le nozioni essenziali di metodo filologico di cui lo studente è in possesso al termine della laurea triennale in Lettere.

Indicazioni metodologiche

Modalità di insegnamento: lezioni frontali

Attività previste:

partecipazione alle lezioni; partecipazione alle discussioni in aula; studio individuale

Tutti gli studenti che intendono frequentare il corso sono invitati a iscriversi quanto prima alla pagina web del corso stesso, indicata sotto, che sarà utilizzata per mettere a diosposizione i materiali necessari alle lezioni

Teaching methods

Delivery: face to face

Learning activities:

  • attending lectures
  • participation in discussions
  • individual study
  • Bibliography search

Attendance: Advised

Teaching methods:

  • Lectures
  • Task-based learning/problem-based learning/inquiry-based learning
Programma (contenuti dell'insegnamento)

Titolo del corso: La tragedia al di là del canone.

Il corso verterà su una scelta di frammenti di opere di autori tragici minori o anonimi (dei secoli V-III a.C.) di tradizione papiracea, sulla cui natura la discussione è aperta: tra questi il 'dramma di Gige' TrGF adesp. 664, il frammento di Cassandra TrGF Adesp. 649, il 'dramma tebano' TrGF 665, la Medea di Carcino il giovane ecc.

I testi saranno discussi a partire dalla tradizione manoscritta, e saranno affrontate le problematiche tipiche di opere sopravvissute in forma frammentaria e appartenenti a una fase della produzione tragica della quale sappiamo molto poco, anche in relazione alle nuove forme di spettacolo che sorgono in età ellenistica.

 

Syllabus

The course is centered on the reading of a significant portion of an ancient text, starting from the manuscript tradition and aiming to elaborate a 'critical edition' of it. This entails the evaluations of manuscript variants and conjectural emendations and the discussion of all the issues that may be relevant for an editor. The lecturer proposes an analysis of the main difficulties and illustrates different methodic approaches to them; the envisaged solutions are discussed together with the students. Particular attention is dedicated to the relationship between the constitution of the text and its interpretation, by discussing particular problems where the reconstruction of the text largely depends by the interpreter's ideas about the context and the author. The subject for the 2018-2019 course is "Greek tragedy beyond the canon": reading of fragments of classical and post-classical tragedies (Drama of Gyges, the 'Cassandra fragment' TrgF 649 K., the new fragment of Karkinos'Medea etc.

Bibliografia e materiale didattico

Si indicano qui solo alcune opere generali di riferimento. Altro materiale bibliografico specifico sui singoli testi sarà indicato nel corso delle lezioni. Si pregano inoltre tutti gli studenti interessati a seguire il corso di iscriversi sulla pagina corrispondente della piattaforma MOODLE (vedi URL indicato sotto), che sarà utilizzata per mettere a disposizione i materiali didattici e tutte le comunicazioni relative al corso.

B. Snell,Tragicorum Graecorum Fragmenta, vol. 1, Didascaliae tragicae, Catalogi tragicorum et tragoediarum, testimonia et fragmenta tragicorum minorum, Göttingen, editio correctior et addendis aucta curavit R. Kannicht, Göttingen 1986 (1971)

B.Snell, R. Kannicht, Tragicorum Graecorum Fragmenta, vol. 2, Fragmenta Adespota, Göttingen 1981

B. Gentili, Lo spettacolo nel mondo antico. Teatro ellenistico e teatro romano arcaico, seconda edizione, Roma 2006 (prima ed. Roma - Bari 1977)

P.E. Easterling, «The End of an Era? Tragedy in the Early Fourth Century», in A.H. Sommerstein, S. Halliwell, J. Henderson, B. Zimmermann, Tragedy, Comedy and the Polis, Papers from the Greek Drama Conference, Nottingham, 18-20 July 1990, Bari 1993, pp. 559-56

T. Gammacurta, Papyrologica scaenica, Alessandria 2006

E. Csapo, H.R. Goette, J.R. Green, P. Wilson (edd.), Greek Theatre in the Fourth Century B.C., Berlin-Boston 2014

A. Kotlińska-Toma, Hellenistic Tragedy. Texts, Translations and a Critical Survey, London – New York 2015

A. Petrides, V. Liapis, Greel Tragedy after the Fifth Century B.C., Cambridge 2018

 

Bibliography

B. Snell,Tragicorum Graecorum Fragmenta, vol. 1, Didascaliae tragicae, Catalogi tragicorum et tragoediarum, testimonia et fragmenta tragicorum minorum, Göttingen, editio correctior et addendis aucta curavit R. Kannicht, Göttingen 1986 (1971)

B.Snell, R. Kannicht, Tragicorum Graecorum Fragmenta, vol. 2, Fragmenta Adespota, Göttingen 1981

B. Gentili, Lo spettacolo nel mondo antico. Teatro ellenistico e teatro romano arcaico, seconda edizione, Roma 2006 (prima ed. Roma - Bari 1977)

P.E. Easterling, «The End of an Era? Tragedy in the Early Fourth Century», in A.H. Sommerstein, S. Halliwell, J. Henderson, B. Zimmermann, Tragedy, Comedy and the Polis, Papers from the Greek Drama Conference, Nottingham, 18-20 July 1990, Bari 1993, pp. 559-56

T. Gammacurta, Papyrologica scaenica, Alessandria 2006

A. Kotlińska-Toma, Hellenistic Tragedy. Texts, Translations and a Critical Survey, London – New York 2015

Indicazioni per non frequentanti

La frequenza è fortemente raccomandata, vista la natura degli argomenti trattati. Gli studenti che volessro comunque sostenere il corso da non frequentanti sono pregati di presentarsi al ricevimento del docente con molto anticipo sulla data prescelta per l'esame per discutere i dettagli del programma

Non-attending students info

Attendance is strongly recommended, owing to the specialistic nature of the subjects. Students who cannot attend the lessons are kindly invited to contact the teacher at least two months before the exam, in order to clarify all the details of the course.

Modalità d'esame

L'esame consisterà in una prova orale nel corso della quale sarà richiesto allo studente di esporre le questioni principali relative a una selezione dei testi proposti, e di motivare con argomentazioni filologicamente corrette le scelte testuali e interpretative fatte nel corso delle lezioni. Durante l'esame si accerterà inoltre la capacità dello studente di comprendere adeguatamente il senso del testo e di darne una resa italiana adeguata.

Work placement

Yes

Note

ATTENZIONE: per ragioni organizzative l'orario è stato modificato: quello valido è il seguente:

 

Inizio lezioni: LUNEDI 18 febbraio 2019

orario: LUNEDI 16-17,30 Palazzo Matteucci, Aula MatMus

            MERCOLEDI ore 14,15, 15-45 Aula: CURINI 4

Ultimo aggiornamento 14/02/2019 08:00