Scheda programma d'esame
LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA
RAFFAELE DONNARUMMA
Anno accademico2016/17
CdSLINGUE E LETTERATURE STRANIERE
Codice004LL
CFU9
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEAL-FIL-LET/11LEZIONI54
RAFFAELE DONNARUMMA unimap
Programma non disponibile nella lingua selezionata
Obiettivi di apprendimento
Conoscenze

Il corso si propone di offrire un panorama di conoscenze sui principali autori, generi e problemi della letteratura italiana contemporanea, dall'unità del paese ai nostri giorni.

Modalità di verifica delle conoscenze

Test in itinere.

Capacità

Lo studente sarà capace di analizzare i testi del programma, di contestualizzarli, di riflettere sulle principali questioni della storia della letteratura italiana contemporanea. Inoltre, svilupperà le sue competenze linguistiche sull'italiano, particolarmente utili in un corso di studi in lingue.

Modalità di verifica delle capacità

Il corso sarà dedicato in larga parte all'analisi dei testi, con la partecipazione degli studenti. Gli studenti saranno stimolati alla discussione sull'interpretazione e sulla contestualizzazione.

Comportamenti

Lo studente svilupperà la sua sensibilità nell'analisi e nell'interpretazione dei testi e nella riflessione sui principali problemi di teoria e storia della letteratura italiana del Novecento. 

Modalità di verifica dei comportamenti

Esame orale.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Le conoscenze iniziali utili riguardano la storia della letteratura italiana insiema alla pratica e alla teoria dell'analisi testuale.

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Forme del riso

Il riso ispira forme letterarie diverse, spesso mescolate, definite in modi contrastanti, ma tendenzialmente distinte: comico, umorismo, ironia, satira, grottesco, parodia. Attraverso la narrativa breve del Novecento italiano, il corso intende offrire una panorama della varietà delle soluzioni adottate e, soprattutto, far riflettere sui problemi che gli scrittori affrontano quando raccontano il ridicolo. Ci si soffermerà su Pirandello, Svevo, Palazzeschi, Gadda e Calvino.

 

Bibliografia e materiale didattico

Manuale:

M. Biagioni – R. Donnarumma – C. Sclarandis – C. Spingola – E. Zinato, I testi le immagini le culture, Palermo, Palumbo 2007, III, volume di base (rosso) pp. 86-289; 388-723; 836-919; 985-1008; III, volume per generi (blu), pp. 27-64; 68-96; 102-127; 130-156; 172-215; 220-227; 306-340; 358-424; 440-446; 476-547; 562-572; 676-717;729-741; 752-775. Vanno incluse tutte le schede ed esclusi tutti gli esercizi.

 

Testi per il corso:

L. Pirandello, Canta l’Epistola, Amicissimi, Tu ridi, C’è qualcuno che ride; in Id., Tutte le novelle, a cura di L. Lugnani, Milano, Rizzoli 2007

L. Pirandello, L’umorismo, a cura di N. Borsellino e P. Milone, Milano, Garzanti 2008

I. Svevo, Una burla riuscita, in Id., Racconti e scritti autobiografici, a cura di M. Lavagetto, Milano, Mondadori 2004.

A. Palazzeschi, Il gobbo e Il dono, in Id., Tuitte le novelle, a cura di L. De Maria, Milano, Mondadori 1991

A. Palazzeschi, Il controdolore, in Filippo Tommaso Marinetti e il futurismo, a cura di L. De Maria, 

Milano, Mondadori 2000

C. E.Gadda., L’incendio di via Keplero, in Id., Accoppiamenti giudizioni, a cura di P. Italia, Milano, Adelphi 2015

I. Calvino, Tutto in un punto, in Id., Le cosmicomiche, Milano, Mondadori 2013

I. Calvino, Definizioni di territori: il comico, in Id., Una pietra sopra, Milano, Mondadori 2015

 

Saggi:

Modi di ridere. Forme spiritose e umoristiche della narrazione , a cura di E. Zinato, Pisa, Pacini 2015,pp.11-24, 171-207

Un testo a scelta fra:

H. Bergson, Il riso. Saggio sul significato del comico, Milano, Felrtrinelli 2011

e

M. Bachtin, L'opera di Rabelais e la cultura popolare, Torino, Einaudi 2001 e pp. 3-157

 

 

 

 

Indicazioni per non frequentanti

Il programma per non frequentati è indipendente dal corso e prevede:

Manuale:

M. Biagioni – R. Donnarumma – C. Sclarandis – C. Spingola – E. Zinato, I testi le immagini le culture, Palermo, Palumbo 2007, III, volume di base (rosso) pp. 86-289; 388-723; 836-919; 985-1008; III, volume per generi (blu), pp. 27-64; 68-96; 102-127; 130-156; 172-215; 220-227; 306-340; 358-424; 440-446; 476-547; 562-572; 676-717;729-741; 752-775. Vanno incluse tutte le schede ed esclusi tutti gli esercizi.

Testi:

L. Pirandello, Il fu Mattia Pascal, a cura di G. Mazzacurati, Torino, Einaudi 2005

F. Tozzi, Con gli occhi chiusi, Milano, Feltrinelli 2008

I. Svevo, La coscienza di Zeno e continuazioni, a cura di M. Lavagetto, Torino, Einaudi 2005

A. Moravia, Gli indifferenti, Milano, Bompiani 2000

E. Morante, Menzogna e sortilegio, Torino, Einaudi 2005

 

Saggi:

Sul modernismo italiano, a cura di R. Luperini e M. Tortora, Napoli, Liguori 2013

G. Debenedetti, Il romanzo del Novecento, Milano, Garzanti 1987, pp. 285-414

 

 

 

Modalità d'esame

L'esame si compone di:

a) prova scritta in itinere sul manuale (esclusi i testi antologizzati), con domande a risposta chiusa (vero o falso). Il voto del test farà media con quello dell'orale; non è richiesto un voto minimo;

b) esame orale sul corso e sui testi antologizzati nel manuale.

Note

Altri testi eventualmente analizzati a lezione faranno parte integrante del corso per frequentanti. 

 

Ultimo aggiornamento 30/06/2016 11:22