Scheda programma d'esame
LABORATORIO DI LINGUA GRECA
ANDREA TADDEI
Anno accademico2016/17
CdSLETTERE
Codice1248Z
CFU6
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
LABORATORIO DI LINGUA GRECAL-FIL-LET/02LABORATORI36
ANDREA TADDEI unimap
Programma non disponibile nella lingua selezionata
Obiettivi di apprendimento
Conoscenze

Gli studenti consolideranno le conoscenze morfologiche e sintattiche che hanno acquisito durante il liceo

Gli studenti consolideranno il proprio vocabolario di base nella lingua greca antica, incrementando la conoscenza di radici tematiche cruciali per lo studio della lingua e della civiltà greca.

Gli studenti conosceranno la struttura e la composizione dell’esametro dattilico e del trimetro giambico.

Gli studenti conosceranno i principali strumenti universitari per lo studio della lingua e civiltà greca (Dizionari, Dizionari etimologici, Strumenti per la ricerca bibliografica, Strumenti informatici per le ricerche lessicali, Strumenti per la filologia digitale)

Modalità di verifica delle conoscenze

Le conoscenze saranno verificate in occasione di momenti periodici di discussione in cui gli studenti saranno invitati a partecipare attivamente a tradurre e, per esempio, a discutere intorno a più traduzioni d'autore del medesimo brano. Sarà, questa, l'occasione per constatare possibili lacune iniziali e verificare le modalità per il superamento di eventuali criticità.

La verifica delle conoscenze avverà poi, ovviamente, in occasione della prova scritta finale, che può essere seguita da un'eventuale verifica orale (si veda più avanti, nel campo "modalità di esame")

Capacità

Lo studente sarà in grado di tradurre autonomamente e con sicurezza i due testi inseriti in programma di esame.

Lo studente sarà in grado di scandire, almeno in modo scolastico, l’esametro dattilico e il trimetro giambico.

Lo studente sarà in grado di muoversi con autonomia, sapendo stabilire i corretti rapporti sintattici, all’interno di un breve brano proposto all’impronta.

Usando gli opportuni strumenti, illustrati a lezione, lo studente sarà in grado di stabilire autonomamente connessioni tra elementi di lessico e fatti di civiltà.

Modalità di verifica delle capacità

Le capacità saranno verificate in itinere, in occasione di brevi momenti di riflessione periodici non direttamente connessi con l’esito finale del laboratorio. Il laboratorio di lingua greca si caratterizza per una continua interazione tra docente e partecipanti, e le occasioni di verifica delle capacità, e della acquisizione di queste ultime, sono molteplici.

L’esposizione dei risultati dei lavori di gruppo facoltativi (vedi sotto, nel campo "contenuti dell'insegnamento") saranno una ulteriore eventuale sede di verifica della progressiva acquisizione di capacità.

Comportamenti

Gli studenti acquisiranno consuetudine con gli strumenti, cartacei e digitali, della ricerca universitaria intorno alla lingua e alla civiltà greca, e ne sfrutteranno le potenzialità per proporre traduzioni che siano sempre più espressione di un’autonoma consapevolezza, derivata da un lavoro sulle radici e sugli usi - morfologici, sintattici e stilistici - dei singoli autori presi in esame.

Modalità di verifica dei comportamenti

Con il progredire del corso, i partecipanti saranno sempre più coinvolti nelle attività del laboratorio e avranno modo di mostrare quanto questi comportamenti siano stati acquisiti e interiorizzati.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Conoscenza liceale della lingua greca antica.

Conoscenze elementari di prosodia e metrica.

Ottima conoscenza delle strutture grammaticali e sintattiche della lingua italiana (o - ovviamente - della lingua madre, per gli studenti stranieri)

Indicazioni metodologiche

Il laboratorio si caratterizza per una continua interazione tra docente e partecipanti. I materiali di lavoro saranno distribuiti utilizzando la piattaforma Moodle e illustrati a lezione sfruttando la LIM (se presente) o, in ogni caso, il videoproiettore per mostrare testi, eventuali immagini e strumenti informatici per lo studio della civiltà greca.

A chi sia interessato sarà proposta- in via sperimentale - la possibilità di un lavoro di gruppo (facoltativo) utile per la annotazione morfologica e sintattica di un testo in lingua greca, da realizzare utilizzando un software in corso di elaborazione presso l'Istituto di Linguistica Computazione del CNR di Pisa.

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Laboratorio di lingua greca

 

Il laboratorio di lingua greca si propone lo scopo di consolidare le conoscenze morfologiche e sintattiche, e di potenziare le competenze traduttive di partecipanti che già conoscano la lingua greca antica. Dopo una prima fase in cui saranno presentati i principali strumenti universitari per la ricerca e la traduzione (Vocabolari, Dizionari etimologici, strumenti informatici), e dopo un primo momento in cui le traduzioni saranno proposte e discusse principalmente dal docente, gli studenti saranno coinvolti attivamente nel laboratorio e invitati a tradurre e discutere traduzioni esistenti. A lezione saranno anche illustrate la struttura dell’esametro dattilico e del trimetro giambico, e gli studenti saranno guidati nell’esercitazione di scansione in aula.

Uno specifico approfondimento sarà dedicato alle risorse informatiche (su web e off-line) per lo studio e per la didattica della lingua greca. Quest’anno sarà proposta anche, in via sperimentale, la possibilità di partecipare - su base volontaria e per gruppi - a un progetto di annotazione informatizzata di testi greci. 

 

Bibliografia e materiale didattico

Traduzione di:

1. Omero, Odissea, canto XXIV (ed. consigliata: a cura di V. Di Benedetto, BUR 2011)

2. Tucidide, La guerra del Peloponneso, Libro I (ed. consigliata: a cura di F. Ferrari, BUR 1985)

Indicazioni per non frequentanti

Il laboratorio prevede l'obbligo di frequenza

Modalità d'esame

Il laboratorio si conclude con una prova finale scritta, composta da domande in parte a risposta chiusa, in parte a risposta aperta, relative alla morfologia e alla sintassi della lingua greca. Sarà proposta anche una traduzione, con vocabolario, di un testo molto breve.

Nel caso in cui la prova scritta non sia sufficiente, lo studente sarà invitato a un breve colloquio orale in cui sarà chiesto di leggere e tradurre un brano preso dai testi indicati nel programma di esame.

 

 

Altri riferimenti web
  • http://lama.fileli.unipi.it
  • http://www.cophilab.eu/CoPhiLabPortal/
  • http://www.perseus.tufts.edu/hopper/
Note

Inizio lezioni: lunedi 26 settembre 2016 h. 10.15

LUNEDI: AULA CURINI 2D (Palazzo Curini, Via Santa Maria 89)

MARTEDI: AULA RICCI 3 (Palazzo Ricci, Via Santa Maria 8)

Ultimo aggiornamento 21/09/2016 18:22