Scheda programma d'esame
FISICA ED ELEMENTI DI MATEMATICA E STATISTICA
MARIA LUISA CHIOFALO
Anno accademico2017/18
CdSSCIENZE DEI PRODOTTI ERBORISTICI E DELLA SALUTE
Codice004BA
CFU6
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
FISICA ED ELEMENTI DI MATEMATICA E STATISTICAFIS/03LEZIONI52
MARIA LUISA CHIOFALO unimap
MASSIMILIANO LABARDI unimap
CARLO PETRONIO unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Matematica e statistica

Conoscenza di strumenti matematici elementari: funzioni polinomiali, razionali,
irrazionali, esponenziali, logaritmiche e trigonometriche; equazioni e disequazioni;
derivazione; fondamenti di probabilità e statistica

Fisica


2. Conoscenza di concetti e strategie per la loro applicazione in semplici problemi di meccanica e dinamica classica: oggetti solidi (puntiformi ed estesi) e fluidi

3. Conoscenza di concetti di termodinamica e chimica-fisica

4. Conoscenza di concetti di ottica, elettromagnetismo e fisica moderna: ottica geometrica, elettricità, magnetismo, onde elettromagnetiche, concetti di fisica quantistica

Knowledge

Mathematics and statistics

Knowledge of elementary mathematical tools: functions of polynomial, rational,
irrational, exponential, logarithmic, and trigonometric type; equations and inequations;
derivation; foundations of probability and statistics.

Physics

As to the Physics part, this is inspired to How Things Work by Lou Bloomfield (university of Virginia).  No mathematical formalization is involved. Concepts and tools are discussed starting from classroom demonstrations that can be realized with everyday-life objects. Teaching methods include active learning with interactive panels and clickers and use of e-learning website, and cooperative learning.

2. Knowledge of concepts and strategies for the solution of simple problems of dynamics for point-like and rigid objects, fluids

3. Conceptual knowledge of thermodynamics

4. Conceptual knowledge of geometrical optics, electromagnetism, and quantum physics

Modalità di verifica delle conoscenze

Esame scritto: vedi

http://people.dm.unipi.it/petronio/files/dida1718/MatStat/Esame_FisMatStat_1718.txt

per i dettagli sulle modalità di svolgimento.

 

MATEMATICA E STATISTICA

Conoscenza degli strumenti matematici e loro uso: prova scritta

FISICA


La valutazione è fatta per aree di conoscenza e competenza, che sono le seguenti:


A1. Conoscenza di concetti, semplici applicazioni prevalentemente qualitative, e strategie di soluzione di semplici problemi di meccanica e dinamica classica relativi a fenomeni e oggetti di vita quotidiana

A2. Conoscenza di concetti e loro semplici applicazioni qualitative di termodinamica e chimica-fisica relativi a fenomeni e oggetti di vita quotidiana


A3. Conoscenza di concetti e semplici applicazioni qualitative di ottica, elettromagnetismo e fisica moderna: ottica geometrica, elettricità, magnetismo, onde elettromagnetiche, concetti di fisica quantistica relativi a fenomeni e oggetti di vita quotidiana

A4. Competenze trasversali: comunicazione, consapevolezza delle abilità cognitive, autonomia e consapevolezza di quanto appreso, rimozione di convinzioni limitanti, lavorare in gruppo, organizzazione di mappe concettuali, preparare/affrontare verifiche ed esami, creatività e intuito, problem solving


La/o studente dovrà complessivamente (cioè nell'ambito delle diverse prove scritte e orale) dare prova di conoscere gli argomenti e saper utilizzare i semplici strumenti fisico-matematici affrontati nel corso. Tutto il materiale acquisito nel corso delle differenti prove costituisce un'opportunità di valutazione, ovvero può essere positivamente utilizzato per la valutazione finale

 

La valutazione di competenze e capacità acquisite è così composta:


-- Fino a 15 punti per l'Area di Matematica e Statistica

 

-- Fino a 15 punti per Fisica, così ripartiti: 
---- Fino a 5 punti per l'Area A1

---- Fino a 3 punti per l'Area A2


----  Fino a 6 punti per l'Area A3

---- Fino a 1 punto per l'Area A4

 

Verifica delle conoscenze e competenze

Per ogni esercizio di cui alle Aree 1-2-3

-- il 60% del valore del punteggio massimo corrispondente all'esercizio è riservato alla conoscenza concettuale

-- il 30% del valore del punteggio massimo corrispondente all'esercizio è riservato alla conoscenza procedurale

- il 10% del valore del punteggio massimo corrispondente all'esercizio è riservato alla conoscenza fattuale

La valutazione corrispondente all'Area 4 è esclusivamente di competenze. 

 

In sintesi, per il modulo di Fisica:

- La valutazione delle conoscenze viene effettuata nella misura del 60% del valore di ogni esercizio dell'Area 1 e nella misura del 100% del valore di ogni esercizio delle Aree 1-2-3

- La valutazione delle competenze viene effettuata nella misura del 30%+10% per ogni esercizio dell'Area 1 e nella misura del 100% del valore dell'Area 4

 

Assessment criteria of knowledge

Written exam: see

http://people.dm.unipi.it/petronio/files/dida1718/MatStat/Esame_FisMatStat_1718.txt

for the details on how the exam is organized.

 

 

 

Mathematics and Statistics

 Knowledge of the mathematical tools and their usage: written exam

Physics

Evaluation is performed on each of the following knowledge and competence areas:


A1. Knowledge of concepts and strategies for the solution of simple problems of dynamics for point-like and rigid objects, fluids

A2.  Conceptual knowledge of thermodynamics

A3.  Conceptual knowledge of geometrical optics, electromagnetism, and quantum physics

A4.  Like-skills: communication, awareness of cognitive abilities, autonomy and awareness of learning process and content,  organize conceptual maps, ability to work in group,, prepare and face assessment, creativity, problem solving

Evaluation composition:


-- Up to 15 points for Mathematics and Statistics

-- Up to 15 points for Physics, according to the following composition: 

--- Up to 5 points for Area A1

--- Up to 3 points for Area A2

--- Up to 6 points for Area A3

--- Up to 2 points for Area A4

 

Evaluation criteria

For each exercice:

-- Up to 60% of the total value for conceptual knowledge

-- Up to 30% of the total value for procedural knowledge

-- Up to 10% of the total value for factual knowledge

 

 

Capacità

MATEMATICA E STATISTICA

Capacità d'uso degli strumenti matematici di base, di cui alle conoscenze richieste

FISICA

1-2-3. Capacità di applicazione qualitativa dei concetti di fisica di base da Galileo alla fisica dei quanti, di cui alle conoscenze richieste

4. Capacità di sviluppare competenze trasversali: comunicazione, consapevolezza delle abilità cognitive, autonomia e consapevolezza di quanto appreso, rimozione di convinzioni limitanti, lavorare in gruppo, organizzazione di mappe concettuali, preparare/affrontare verifiche ed esami, creatività e intuito, problem solving, uso del metodo sperimentale.

Skills

Mathematics and statistics

Ability to use the basic mathematical toolds described in the list of contents

Physics

1-2-3. Qualitative application of essential physics concepts

4. Use of life-skills: communication, awareness of cognitive skills, autonomy and awarness of personal learning, removal of self-limiting prejudices and stereotypes, group working, organizing conceptal maps, prepare tests and exams, creativity and intuiution, problem solving, use of experimental method.

Modalità di verifica delle capacità

MATEMATICA E STATISTICA

Conoscenza degli strumenti matematici e del loro uso: esame scritto

FISICA

Valutazione

La valutazione è fatta per aree di conoscenza e competenza, che sono le seguenti:


1. Conoscenza di concetti, semplici applicazioni prevalentemente qualitative, e strategie di soluzione di semplici problemi di meccanica e dinamica classica: oggetti solidi (puntiformi ed estesi) e fluidi

2. Conoscenza di concetti e loro semplici applicazioni qualitative di termodinamica e chimica-fisica

3. Conoscenza di concetti e semplici applicazioni qualitative di ottica, elettromagnetismo e fisica moderna: ottica geometrica, elettricità, magnetismo, onde elettromagnetiche, concetti di fisica quantistica

4. Competenze trasversali: comunicazione, consapevolezza delle abilità cognitive, autonomia e consapevolezza di quanto appreso


La/o studente dovrà complessivamente (cioè nell'ambito delle diverse prove scritte e orale) dare prova di conoscere gli argomenti e saper utilizzare i semplici strumenti fisico-matematici affrontati nel corso. Tutto il materiale acquisito nel corso delle differenti prove costituisce un'opportunità di valutazione, ovvero può essere positivamente utilizzato per la valutazione finale

 

 

 

 

Assessment criteria of skills

Mathematics and Statistics

Knowledge of basic mathematical tools and their usage: written exam

Physics


Evaluation is performed on each of the following knowledge and competence areas:


A1. Knowledge of concepts and strategies for the solution of simple problems of dynamics for point-like and rigid objects, fluids

A2. Conceptual knowledge of thermodynamics

A3. Conceptual knowledge of geometrical optics, electromagnetism, and quantum physics

A4. Like-skills: communication, awareness of cognitive abilities, autonomy and awareness of learning process and content,  organize conceptual maps, ability to work in group,, prepare and face assessment, creativity, problem solving

Comportamenti
  • Curiosità
  • Interesse
  • Partecipazione attiva
  • Approccio creativo
  • Lavoro in gruppo
  • Correttezza al momento della valutazione
Behaviors
  • Curiosity
  • Committment
  • Active involvement
  • Creative approach
  • Group working
  • Faireness during evaulation
Modalità di verifica dei comportamenti

Osservazione degli/lle studenti e interazione con loro durante le lezioni e gli esami.

Assessment criteria of behaviors

Observation of the students and interaction with them during lectures and exams.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Conoscenze di matematica e di fisica delle Scuole Superiori

Prerequisites

Basic mathematics and physics from high-school.

Indicazioni metodologiche

Matematica e statistica

Lezioni frontali su PC-tablet con videoproiettore, registrate e rese risponibili in rete.

Fisica

Generalità

Il metodo è basato sull'apprendimento cooperativo, è facilitato dall'uso di nuove tecnologie. In particolare: una lavagna interattiva multimediale portatile, l'uso dei clickers, e di un portale dell’elearning. In particolare, il metodo è strutturato nel modo seguente:  

  • Approccio al problema: si parte da esempi semplici, possibilmente divita  quotidiana. Questo approccio favorisce l’elaborazione di motivazioni personali all’apprendimento. “La mente non ha bisogno, come un vaso, di essere riempita, ma piuttosto, come legna, di una scintilla che l’accenda e vi infonda l’impulso della ricerca e un amore ardente per la verita’” (Plutarco).
  • Sviluppo di diversi livelli di conoscenza: concettuale, procedurale, fattuale. Per alcuni argomenti si richiede una conoscenza dei concetti, delle leggi che legano i concetti, la conoscenza di  procedure semplici per risolvere esercizi, e la loro applicazione. Per questi argomenti, sono previste sia ore di Teoria, che di Esercitazione, che di Laboratorio (con i clickers). Per altri argomenti si richiede solo la conoscenza dei concetti e delle leggi che legano i concetti. Per questi argomenti sono previste ore di Teoria e di Laboratorio. Il modulo di Fisica è mutuato con il corso La Fisica di Tutti i Giorni: si rimanda alla pagina web di quel corso per i dettagli.                                  
  • Sviluppo della Conoscenza Concettuale, anche  tramite uso dei clickers: Modellizzazione del problema. Individuazione dei concetti essenziali. Verifica sull’apprendimento dei concetti anche tramite clickers
  • Sviluppo della Conoscenza Procedurale. Verifica della comprensione anche tramite clickers. Generalizzazione di quanto appreso.
  • Sviluppo della Conoscenza Fattuale tramite Esercizi e Studi di casi tipici: Applicazioni delle leggi discusse nello sviluppo della teoria, che includono procedure più o meno complesse da seguire. Al termine di ogni argomento di matematica per il quale è prevista la conoscenza di una procedura, viene svolto in aula lo studio di un caso riepilogativo.

In generale, gli esercizi sono fatti insieme in aula: prima eseguiti individualmente, quindi in piccoli gruppi nei quali è possibile cambiare la propria risposta, quindi la soluzione viene discussa e motivata insieme alla docente. Altri esercizi sono lasciati per casa.  

  • Sviluppo dell’intuizione tramite racconti di storie e metafore, utilizzo di giochi e dimostrazioni d’aula. Questa parte del metodo favorisce l’apprendimento intuitivo e divergente. (divertente). Idealmene, dovrebbe accompagnare “la conoscenza con il piacere di apprendere”.
  • Consapevolizzazione dell’apprendimento: cosa abbiamo imparato oggi?
  • Utilizzo di sondaggi “collettivi” in aula.Questa parte del metodo ha la funzione di coinvolgere quante piu’ persone possibile che cooperino alla riuscita del momento di apprendimento.
  • Utilizzo di compiti per casa. I compiti, sotto forma di test, sono disponibili sul portale dell'elearning e sono eseguibili direttamente sul web, dove ciascuno può avere autonomamente la propria valutazione in termini numerici. Il test è preparato in modo che le risposte corrette sono motivate. In questo modo ciascuno/a ha l'opportunità di sperimentare una forma di autovalutazione. Questa parte del metodo favorisce l’acquisizione di autonomia.
  • Valorizzazione delle domande in aula. Chi fa domande normalmente ha la gratitudine del resto dell’aula per aver evidenziato un aspetto non compreso o magari neanche considerato.
  • Approfondimenti: facoltativi, per chi ha ancora voglia di “giocare” e
  • Chiarimenti, anche nelle ore di ricevimento

Modulo di Fisica (da La Fisica di Tutti i Giorni)

Dei due pilastri del metodo scientifico, il metodo sperimentale e la formalizzazione, si punta tutto sul primo attraverso semplici dimostrazioni d'aula preparate o realizzate sul momento con oggetti di vita quotidiana, e concentrandosi una comprensione qualitativa dei concetti essenziali. L'approccio è basato sulla e adattato dalla celebre esperienza americana del corso "How Things Work" di Lou Bloomfield, University of Virginia (USA).

  • Rigorosamente a partire da esempi di vita quotidiana piuttosto che dai principi e dalle leggi. Si può parlare di come funzionano (questa è solo una selezione per dare un'idea): pattini a rotelle, biciclette, ascensori, sistemi di irrigazione, aeroplani, aspirapolvere, materiali per l'abbigliamento, condizionatori d'aria, macchine fotocopiatrici, strumenti musicali, orologi, registrazione su cassette magnetiche, riproduttori di musica, forni a microonde, televisori, LED, trucco, telescopi e microscopi, imaging in medicina, coltelli e acciai, vetri, plastica, detersivi, culinaria, fantasy (fisica dei fumetti e fisica di Harry Potter).
  • Senza l'uso di strumenti matematici, facendo leva sull'intuizione e - lì dove l'intuizione non aiuta o magari conduce a conclusioni non corrette - piccoli esperimenti d'aula (dove possibile) oppure spiegazioni con il linguaggio vero e proprio della divulgazione scientifica.
  •  Allo scopo di accrescere le motivazioni alla partecipazione, gli esempi di vita quotidiana da trattare saranno scelti per quanto possibile insieme agli/lle studenti nel corso di una riunione preliminare, all'interno di un insieme di possibilità che includono quelle già proposte nei testi su citati e/o altre di interesse degli/lle studenti. In questo senso, qualora l'esperienza didattica potesse essere ripetuta, sarebbe ogni volta diversa nel dettaglio. Gli argomenti non scelti possono rappresentare lo spunto per la preparazione della dissertazione prevista per l'esame.
Teaching methods

Mathematics and statistics

Face-to-face lectures on a PC-tablet and videoprojector, recorded and made available on the www.

Physics

Generalities

The method is based on cooperative learning and eased by the use of digital technologies and the following steps:  

  • Approach to the problem: via simple examples from everyday life, to ease the elaboration of self-motivations
  • Development of conceptual, procedural, and factual knowledge 

The physics part of the course is inspired to the celebrated experience of Professor Lou Bloomfield att the University of Virginia and adapted to the italian academy and training system. The course is aimed to the following specific goals: Removing misconceptions and limiting believes with respect to his/her own attitude to the study and comprehension of physics- Favor the idea that everyone can understand and learn science- Develop physics intuition- Learn how everyday-life objects and phenomena work from the perspective of physics. And to the general goals: Improvement in the use of his/her own like-skills and cross-competences (general strategies and techniques for problem solving, awarness of learning process and learning contents, organization of his/her own knowledge in conceptual maps, communication, efficiency and effectiveness in preparing exams, group working)- Acquire the scientific method in problem solving and improve the ability to single out involved concepts before entering any calculation.

 

Delivery: face to face

Learning activities:

  • attending lectures
  • participation in seminar
  • participation in discussions
  • individual study
  • group work
  • Laboratory work
  • ICT assisted study
  • Practical
  • Other

Attendance: Not mandatory

Teaching methods:

  • Lectures
  • Seminar
  • Task-based learning/problem-based learning/inquiry-based learning
  • Laboratory
  • Project work
  • Other
Programma (contenuti dell'insegnamento)

Matematica e Statistica

- Numeri e operazioni (unità di misura, notazione scientifica, approssimazioni, errori, percentuali). 2 ore

- Insiemi e funzioni (linguaggio astratto, grafici). 1 ora

- Equazioni e disequazioni algebriche (di primo e secondo grado, divisione tra polinomi). 3 ore

- Funzioni razionali, irrazionali, esponenziali, logaritmiche, trigonometriche. 4 ore

- Equazioni e disequazioni razionali, irrazionali, esponenziali, logaritmiche, trigonometriche; risoluzione grafica. 4 ore

- Limiti.  Definizione di derivata e suo significato geometrico.  Derivate dei polinomi, dei prodotti e dei quozienti. 3 ore

- Vettori nel piano e nello spazio; prodotto scalare e vettoriale. 3 ore

- Distribuzioni di dati, media, varianza, covarianza e correlazione. 3 ore

- Probabilità discreta classica, probabilità condizionale, probabilità binomiale. 3 ore

 

Fisica

Una prima lezione è dedicata a Risorse, Metodi e Strategie generali per la soluzione di problemi a partire da esempi.

Il Programma effettivo della parte specifica di Fisica viene definito nel corso della presentazione del corso ad inizio semestre, per quanto possibile insieme agli e alle studenti partecipanti. Di seguito sono i dieci ambiti all'interno dei quali vengono scelti a maggioranza dei/lle presenti in aula gli argomenti, uno per ogni ambito. P.es. Per la lezione 1 è possibile scegliere uno tra i seguenti oggetti o fenomeni di cui comprendere il funzionamento: Pattini o Palle varie, Rampe, o Bilance. Pattini o Palle varie significa che si puo' scegliere uno solo dei due argomenti.

Per la comprensione dei fenomeni sono all'occorrenza utilizzati esempi tratti da fumetti, da racconti gialli e noir, da libri e film di fantascienza e da film in generale.

Ogni corso si conclude con un party a base di gelato (preparato durante la lezione in modo diverso dal solito).

Variazioni sono concordate su richiesta dei/lle partecipanti.

Le tre leggi di Newton per moti traslatori

  • Pattini o Palle da tennis/ping pong...
  • Rampe
  • Bilance


Le tre leggi di Newton per moti rotatori

  • Altalene o Giostre
  • Ruote o Biciclette
  • Autoscontri


Statica e Dinamica dei Fluidi

  • Palloni aerostatici o Cannucce o Immersioni o Ascensori
  • Irrigazione o Frisbies e palloni da calcio o Aereoplani o Aspirapolveri



Calore e Termodinamica

  •  Abbigliamento o Stufe o Lampadine
  • Condizionatori d'aria o Automobili
  • Effetto serra e pannelli solari o Uragani e Previsioni del Tempo


Risonanza e onde meccaniche

  • Orologi
  • Violini e Strumenti Musicali
  • Surfing


Forze elettriche e magnetiche - Elettrodinamica – Elettronica e Onde elettromagnetiche 

  • Macchine fotocopiatrici o Registratori o Treni a levitazione magnetica
  • Torce o Generazione e Distribuzione di potenza elettrica o Motori elettrici
  • Amplificatori o Telefoni o Radio e TV o Forni a microonde e telefonini


Luce e Ottica

  • Luce del Sole o Vernici
  • Macchine fotografiche o Telescopi e Microscopi


Fisica Moderna e Fisica Quantistica

  • Laser e led
  • Armi nucleari
  • Diagnostica medica
  • Il Tempo da Galileo alla Fisica Quantistica


Scienza dei Materiali

  • Coltelli e lame d'acciaio
  • Vetri e Finestre
  • Plastica


Fisica-Chimica

  • Acqua, Vapore e Ghiaccio
  • Purificazione dell'acqua
  • Fisica in cucina
  • Detersivi

Specials

  • La Fisica di Harry Potter: Wingardium Leviosa - Portkey - Time Turner - Invisibility Cloak

 

Negli ultimi anni il programma di Fisica di Tutti i Giorni si è consolidato come segue:

  1. Palloni da calcio (e argomenti correlati): una/due lezioni di Dinamica del punto materialee del corpo rigido, e di fluidodinamica
  2. Il tempo atmosferico (e argomenti correlati): una lezione di termodinamica
  3. Strumenti musicali (e argomenti correlati): una lezione sulal risonanza e le onde
  4. Il forno a microonde (e argomenti correlati): una lezione di elettromagnetismo
  5. La diagnostica medica (e argomenti correlati): una lezione di elettromagnetismo e fisica quantistica
  6. La fisica di Harry Potter: una lezione di elettromagnetismo, fisica quantistica, relatività, e ottica
  7. La fisica in cucina (e argomenti correlati): una lezione di chimica-fisica
Syllabus

Mathematics and Statistics

- Numbers and operations (units of measurement, scientific notation, approximations, errors, percentages). 2 hours

- Sets and functions (abstract language, graphs). 1 hour

- Algebraic equations and inequations (of first and second degree, polynomial division). 3 hours

- Functions of rational, irrational, exponential, logarithmic, and trigonometric type. 4 hours

- Equations and inequations of rational, irrational, exponential, logarithmic, and trigonometric type; graphic resolution. 4 hours

- Limits.  Definition and geometric meaning of the derivative.  Derivatives of polynomials, products, quotients.  3 hours

- Vectors in the plane and in the space; scalar and cross product. 3 hours

- Data distributions, mean, variance, covariance and correlation.  3 hours

- Classical discrete probability, conditional probability, binomial probability.  3 hours

 

Physics

The specific course content selects one topic from  each group series, in a way to span all the main physics concepts from classical dynamics and fluid dynamics, resonance, waves, thermodynamics, electromagnetism, optics, physics of materials, chemical physics, quantum physics, and relativity. Understanding of the various concepts is eased after using examples from cartoons, narrative and science fiction books, movies. For each physics topic, further examples from everyday life are considered, which include:

Newton's laws for translating bodies

  • Skateboards or tennis and other sports balls
  • Ramps
  • Scales


Newton's laws for rotating bodies

  • Carousels and Swings
  • Bicycles
  • Bumper cars


Statics and Dynamics of Fluids

  • Air ballons or Straws or Diving or Elevators
  • Frisbies and Soccer balls or Airplanes or Hoovers



Heat and Thermodynamics

  • Clothes or Heaters or Lamps
  • Air conditioning or Automobiles
  • Solar panels or Hurricanes and Whether forecasts


Resonance and mechanical waves

  • Watches
  • Musical instruments
  • Surfing


Electricity and magnetism

  • Xerox machines or Recorders or Magnetic levitating trains
  • Generation and distribution of electric power or Electric motors
  • Amplifiers or Mobile phones or Radio or TV or Microwave ovens


Light and Optics

  • Sunlight and paints
  • Cameras or Telescopes or Microscopes


Modern and Quantum physics

  • Laser and leds
  • Nuclear weapons
  • Medical imaging
  • Time from Galileo to Quantum physics

Materials science

  • Knives
  • Glass
  • Plastics


Physical-chemistry

  • Water, vapor, ice
  • Purification of water
  • Physics of cooking
  • Detergents

Specials

  • The physics of Harry Potter: Wingardium Leviosa - Portkey - Time Turner - Invisibility Cloak


The course ends up with a party based on instantaneous icecream (prepared in a special way during the lecturee).

After several years of course delivery, the programme has been fixed as follows:

  • Soccer and other sports balls (dynamics of point-like and rigid bodies, and of fluids)
  • Musical instruments (resonance and waves)
  • Atmospheric weather (mainly thermodynamics)
  • Microwave oven (electromagnetism)
  • Medical imaging (electromagnetism and quantum physics)
  • The physics of Harry Potter for muggles (four enchantments to discuss quantum physics, electromagnetism, relativity)
  • Cooking (chemical-physics)

No mathematical formalization is involved. Concepts and tools are discussed starting from classroom demonstrations that can be realized with everyday-life objects. Teaching methods include active learning with interactive panels and clickers and use of e-learning website, and cooperative learning.

Bibliografia e materiale didattico

Matematica e Statistica


Il testo di riferimento sarà comunicato dal docente

Fisica


- Lou Bloomfield, How things work - The physics of everyday life (J. Wiley, New York, 2001) e
How everything works [Making physics out of the ordinary] (J. Wiley, New York, 2007)
- Albert Einstein e Leopold Infeld, L'evoluzione della fisica (Bollati-Boringhieri, 1965)
- Andrea Frova, La fisica sotto il naso (BUR, Milano 2006)
- Monica Marelli, La fisica del tacco 12 (Rizzoli, Milano 2009) [Tutta la fisica che serve alle donne (e agli uomini che vogliono capire le donne]
- Lawrence Krauss, La fisica di Star Trek (Longanesi, Milano 1998)
- James Kakalios, La fisica dei supereroi (Einaudi, Torino 2005)
- Peter Barham, The Science of Cooking (Springer, Berlino 2001)
- Bruce Colin, Scherlock Holmes e i misteri della Scienza (Cortina Raffaello, 1997)

Testi di metodologia didattica
- C. Casula, I porcospini di Schopenauer' (Franco Angeli, 2003) [Sui metodi didattici e le metafore per l'apprendimento]

Bibliography

Mathematics and Statistics

For the suggested textbook: check with the teacher in classroom

Physics

Recommended reading includes the following textbooks: - Lou Bloomfield "How things work - The physics of everyday life" (J. Wiley, New York, 2001) e "How everything works [Making physics out of the ordinary]" (J. Wiley, New York, 2007) Further useful bibliography: - Albert Einstein e Leopold Infeld "L'evoluzione della fisica" (Bollati-Boringhieri, 1965) - Andrea Frova "La fisica sotto il naso" (BUR, Milano 2006) - Monica Marelli "La fisica del tacco 12" (Rizzoli, Milano 2009) [Tutta la fisica che serve alle donne (e agli uomini che vogliono capire le donne] - Lawrence Krauss "La fisica di Star Trek" (Longanesi, Milano 1998) - James Kakalios "La fisica dei supereroi" (Einaudi, Torino 2005) - Peter Barham "The Science of Cooking" (Springer, Berlino 2001) - Bruce Colin "Scherlock Holmes e i misteri della Scienza" (Cortina Raffaello, 1997)

Indicazioni per non frequentanti

Matematica e Statistica

Scaricare le registrazioni delle lezioni disponibili sul sito web del docente.

Fisica

Tenersi aggiornati/e sugli eventi e il materiale del corso sul portale dell'elearning, dopo aver richiesto la password alla docente

Non-attending students info

Mathematics and statistics

Download the lectures available on the teacher's website

Physics

Follow the material organized on the elarning page of the course

Modalità d'esame

Matematica e Statistica

Prova scritta.

Fisica

Prova scritta ed eventualmente una prova orale

* Per coloro che seguono il corso, la prova scritta può essere (valutando ogni anno) svolta in due parti, ovvero due prove in itinere, una durante e una alla fine del corso
* La prova orale ha luogo di norma entro una settimana dall'ultima prova in itinere, nei seguenti casi:

-- La valutazione di una o più delle aree di competenza effettuata nella prova scritta (o in quelle in itinere) nelle non è sufficiente (cioè superiore al 60% del punteggio massimo riservato a quell'area di competenza) oppure deve essere consolidata a giudizio della commissione acquisendo ulteriori elementi di valutazione
-- La valutazione di tutte le aree di competenza effettuata nella prova scritta (o in quelle in itinere) risulta sufficiente e la/lo studente desidera migliorare la valutazione ottenuta

L'esito complessivo dell'esame è positivo se la valutazione di ognuna delle Aree di competenza risulta almeno sufficiente. La valutazione per ogni Area di competenza viene ricostruita a partire dai risultati di ogni prova d'esame - scritta o orale - a disposizione

 

Altre info sui portali elearning indicati più sotto

Assessment methods

Mathematics and statistics

Written test.

Physics

Written exam, with the possibility of additional oral exam on request of the student or if the teacher needs additional elements for evaluation. The written exam can be divided in two parts during the course attendance.

The evaluation is sufficient if the evaluation of each Area is sufficient (at least 60% of the value of the given Area).

 More info on the dedicate elearning site at the link below

Pagina web del corso

https://moodle.farm.unipi.it

Altri riferimenti web

Sito del corso: https://moodle.farm.unipi.it

Parte di matematica: http://people.dm.unipi.it/petronio/dida.html

Additional web pages

General website: https://moodle.farm.unipi.it

Mathematics module: http://people.dm.unipi.it/petronio/dida.html

Ultimo aggiornamento 20/02/2018 17:13