Scheda programma d'esame
STORIA DELLA MUSICA
ALESSANDRO CECCHI
Anno accademico2017/18
CdSITALIANISTICA
Codice1154L
CFU6
PeriodoSecondo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
STORIA DELLA MUSICAL-ART/07LEZIONI36
ALESSANDRO CECCHI unimap
Obiettivi di apprendimento
Conoscenze

Al termine del corso gli studenti avranno acquisito conoscenze storiche, terminologie tecniche e strumenti metodologici per lo studio della musica nelle diverse declinazioni culturali (musica d'arte, jazz, opera, popular music, musica di interesse etnografico) e forme di circolazione (scritta, realizzata dal vivo, registrata).

Modalità di verifica delle conoscenze

La verifica delle conoscenze sarà oggetto di valutazione in sede di esame orale.

Capacità

Al termine del corso gli studenti saranno in grado di riconoscere e distinguere diverse tipologie di musica e di descriverne gli aspetti essenziali in relazione alle rispettive pratiche sociali e culturali con consapevolezza storica della loro origine. Ciò implica anche un incremento delle capacità di ascolto e della consapevolezza del ruolo della registrazione e della circolazione attraverso i media.

Modalità di verifica delle capacità

La verifica delle capacità sarà oggetto di valutazione in sede di esame orale.

Comportamenti

Gli studenti frequentanti alla fine del corso sapranno collegare le musiche ascoltate e discusse a lezione ai rispettivi generi musicali e alla loro storia (origine, sviluppi, diffusione, circolazione attraverso i media).

Modalità di verifica dei comportamenti

In sede di esame i brani musicali analizzati durante il corso saranno sottoposti all'attenzione degli studenti. Il loro riconoscimento sarà il punto di partenza della loro trattazione.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Sono richieste conoscenze musicali di base, così come una consapevolezza delle specificità dei diversi media (edizioni a stampa, disco, radio, televisione, cinema, DVD, nuovi media).

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Per una storia della musica a partire dalle sue attuali forme di diffusione

A partire dalla fine del secolo XIX la musica circola prevalentemente sotto forma di musica registrata. Tuttavia solo negli ultimi anni sono state poste le premesse metodologiche per uno studio consapevole della produzione discografica come di quella audiovisiva – un passaggio fondamentale per la comprensione e la problematizzazione della storia della musica a partire delle sue attuali forme di diffusione. Per contribuire alla riflessione in atto, il corso intende ricostruire i tratti essenziali di alcuni segmenti della storia della musica a partire dall'esperienza musicale attuale.

Gli esempi presi in esame saranno trasversali rispetto ai diversi generi e linguaggi musicali (musica d'arte, jazz, opera, popular music, musica di interesse etnografico), considerati a partire dalla loro attuale circolazione e diffusione attraverso i media tradizionali e i nuovi media.

Bibliografia e materiale didattico

Bibliografia d'esame:

La bibliografia d'esame sarà selezionata durante il corso e definita in base agli interessi specifici e alle competenze linguistiche degli studenti. 

Bibliografia di riferimento del docente:

  • Ashby, Arved (2010), Absolute Music, Mechanical Reproduction, Berkeley: University of California Press
  • Auslander, Philip (2008), Liveness: Performance in a Mediatized Culture, London: Routledge (second edition; first edition New York: Psychology Press, 1999)
  • Auslander, Philip (2006), Musical Personae, «TDR: The Drama Review», 50, n. 1, pp. 100-119
  • Biancorosso, Giorgio (2016), Situated Listening: The Sound of Absorption in Classical Cinema, Oxford: Oxford University Press
  • Bolter, Jay David – Grusin, Richard (2000), Remediation: Understanding New Media, Cambridge (MA): The MIT Press (second edition; first edition 1999)
  • Borio, Gianmario (ed. 2015), Musical Listening in the Age of Technological Reproduction, London: Routledge-Ashgate
  • Cook, Nicholas (2001), Between Process and Product: Music and/as Performance, "Music Theory Online", 7, n. 2, http://www.mtosmt.org/issues/mto.01.7.2/mto.01.7.2.cook.html
  • Cook, Nicholas (2013), Beyond the Score: Music as Performance, New York: Oxford University Press
  • Eisenberg, Evan (2005), The Recording Angel: Music, Records and Culture from Aristotle to Zappa. Explorations in Phonography, New Haven: Yale University Press (second edition; first edition New York: McGraw-Hill, 1987)
  • Garda, Michela – Rocconi, Eleonora (cur. 2016), Registrare la performance. Testi, modelli, simulacri tra memoria e immaginazione, Pavia: Pavia University Press
  • Jones, Angela – Bennett, Rebecca Jane (eds. 2015), The Digital Evolution of Live Music, Waltham (MA): Chandos
  • Kassabian, Anahid (2013), Ubiquitous Listening: Affect, Attention, and Distributed Subjectivity, Berkeley: University of California Press
  • Katz, Mark (2010), Capturing Sound: How Technology has Changed Music, Berkeley: University of California Press (second edition; first edition 2005)
  • Sanden, Paul (2013), Liveness in Modern Music: Musicians, Technology, and the Perception of Performance, London: Routledge
  • Senici, Emanuele (2011), Il video d'opera "dal vivo". Testualizzazione e liveness nell'era digitale, "Il Saggiatore musicale", XVI, n. 2, pp. 273-312
  • Zagorski-Thomas, Simon (2014), The Musicology of Record Production, Cambridge: Cambridge University Press
Indicazioni per non frequentanti

Sarà possibile concordare il programma per i non frequentanti solo verso la fine del corso. Gli studenti non frequentanti, pertanto, sono invitati a prendere contatto con il docente a partire dal mese di maggio 2018.

Modalità d'esame

Esame orale.

Il corso prevede forme di partecipazione attiva degli studenti frequentanti alla presentazione e alla discussione degli argomenti trattati secondo modalità da concordare.

Note

Il corso inizia lunedì 19 febbraio 2018.

Il corso si terrà nell'Aula musica di Palazzo Matteucci (secondo piano) con il seguente orario settimanale:

LUN 10:15 – 11:45

MER 14:15 – 15:45

Il ricevimento studenti settimanale è fissato il lunedì alle 12:00 nello studio del docente (Palazzo Venera, via Santa Maria 36, primo piano, studio 10).

Si segnala che il docente sarà impegnato in ricerche fuori Pisa dal 5 al 7 marzo inclusi. In quella settimana pertanto non potrà tenere né le lezioni né il ricevimento.

Ultimo aggiornamento 19/02/2018 09:23