Scheda programma d'esame
LETTERATURA INGLESE II
NICOLETTA CAPUTO
Anno accademico2017/18
CdSLINGUE E LETTERATURE STRANIERE
Codice230LL
CFU9
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
LETTERATURA INGLESE IIL-LIN/10LEZIONI54
NICOLETTA CAPUTO unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Il corso vuole offrire una panoramica della produzione letteraria inglese del periodo early modern. Dopo alcuni cenni teorico-metodologici e un’introduzione al contesto storico-culturale dell’epoca, verranno esaminati vari testi poetici, drammatici e in prosa.

Gli studenti dovranno, inoltre, conoscere i lineamenti della Storia letteraria inglese dalle origini alla Restaurazione compresa (fino al 1700). All’interno di questo orizzonte cronologico, lo studente dovrà saper identificare le caratteristiche fondamentali dei paradigmi culturali e letterari delle varie epoche, generi e movimenti, nonché le poetiche e le opere più significative dei vari autori, che dovranno essere collocati opportunamente all’interno del sistema culturale a cui appartengono. A tale scopo è obbligatorio lo studio del Manuale.

Knowledge

The students who successfully complete the course will be able to achieve a general knowledge of the history of English Literature from its origins to the Restoration (included), to contextualize the main features of literary genres, modes and conventions, and will also possess the basic tools for the exploration of poetical, prose and dramatic texts. They will also be able to look at literature in its relationship with art and the history of thought.

Modalità di verifica delle conoscenze

Colloquio orale in sede di esame.

Assessment criteria of knowledge

The student will be assessed on her/his capability to discuss course contents and the readings in Module B using an appropriate terminology. During the oral exam the student is expected to demonstrate her/his knowledge of the history of English Literature from its origins to the Restoration (included), the ability to identify the main features of literary genres, modes and conventions, and the possession of the basic tools for the exploration of poetical, prose and dramatic texts. 

Methods:

  • Final oral exam

 Further information:
Students will be assessed through two distinct oral exams, one for each module.They may alternatively opt for a single oral assessment (module A + module B).

Capacità

Tutti i testi primari devono essere letti in lingua originale. All’esame lo studente dovrà dimostrare di saper leggere e tradurre i testi in lingua, e di saperli analizzare. Verrà inoltre verificata la conoscenza dei testi secondari in bibliografia.

Modalità di verifica delle capacità

Colloquio orale in sede di esame.

Comportamenti

La frequenza al corso è il prerequisito per sostenere l’esame, salvo diverso accordo con il docente. Gli studenti non frequentanti dovranno concordare alcune letture aggiuntive con il docente.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Propedeuticità richieste: Lingua e letteratura inglese 1

Indicazioni metodologiche

Il corso consta di lezioni frontali, con l'ausilio di slides e filmati. Agli studenti verrà richiesto di scaricare materiali didattici dal sito di elearning del corso (la piattaforma Moodle). Moodle verrà altresì usato per comunicazioni docente-studenti.

Teaching methods

Delivery: face to face

Attendance: Strongly advised

Learning activities:

  • attending lectures
  • individual study

 Teaching methods:

  • Lectures

 

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Il corso è articolato in due distinte sezioni:

  1. Modulo A: 54 ore frontali, primo semestre, Prof. Nicoletta Caputo, “La letteratura inglese del ‘500 e del ‘600: testi e contesti”
  2. Modulo B, lavoro indipendente dello studente: storia della letteratura e testi (primari e metodologici).

Modulo A:

Titolo del corso: “La letteratura inglese del ‘500 e del ‘600: testi e contesti”

Argomento del corso: Il corso vuole offrire una panoramica della produzione letteraria inglese del periodo early modern. Dopo alcuni cenni teorico-metodologici e un’introduzione al contesto storico-culturale dell’epoca, verranno esaminati vari testi poetici, drammatici e in prosa.

Testi primari oggetto del corsoprosa: Thomas More, Utopia (estratti); John Lyly, Euphues: The Anatomy of Wit (estratti); Thomas Nashe, The Unfortunate Traveller (estratti) e Francis Bacon, "Of Great Place". Poesia: una scelta di opere di Thomas Wyatt, Philip Sidney, William Shakespeare, John Donne, Andrew Marvell e John Milton (estratti da Paradise Lost). Teatro: Thomas Kyd, The Spanish Tragedy (estratti); Christopher Marlowe, Dr. Faustus (estratti), e William Shakespeare, King Richard III (completo). 

Tutti i testi primari devono essere letti in lingua originale. All’esame lo studente dovrà dimostrare di saper leggere e tradurre i testi in lingua. Verrà inoltre verificata la conoscenza dei testi secondari in bibliografia.

Modulo B:

STORIA DELLA LETTERATURA E TESTI

Il modulo B prevede lo studio della Storia letteraria inglese dalle origini alla Restaurazione compresa (fino al 1700). All’interno di questo orizzonte cronologico, lo studente dovrà saper identificare le caratteristiche fondamentali dei paradigmi culturali e letterari delle varie epoche, generi e movimenti, nonché le poetiche e le opere più significative dei vari autori, che dovranno essere collocati opportunamente all’interno del sistema culturale a cui appartengono. A tale scopo è obbligatorio lo studio del Manuale.

Lo studio della letteratura sarà integrato dalla lettura e dal commento di una serie di testi in lingua originale. Lo studente dovrà dimostrare di saper leggere e tradurre i testi in lingua.

Verrà, inoltre, verificato lo studio delle sezioni dei Testi metodologici indicate nel programma. Tali testi saranno di grande aiuto allo studente anche per la preparazione del Modulo A.

Bibliografia e materiale didattico

MODULO A

Testi primari:

Quando non altrimenti indicato, i testi sono reperibili in: M. H. Abrams & S. Greenblatt, eds. The Norton Anthology of English Literature (7th edition), vol. 1.  New York & London: Norton, 2000.

Prosa:

* Thomas More, Utopia (estratti disponibili su Moodle)

* John Lyly, Euphues: The Anatomy of Wit (estratti disponibili su Moodle)

* Thomas Nashe, The Unfortunate Traveller (estratti disponibili su Moodle)

* Fancis Bacon, "Of Great Place" (pp. 1533-35)

 Poesia:

* Thomas Wyatt, “Whoso list to hunt” (p. 527) e “They flee from me” (p. 529)

* Philip Sidney, Astrophil and Stella, sonetti 1 (“Loving in truth...”) e 28 (“You that with allegory’s curious frame”), pp. 917 e 921

* William Shakespeare, sonetti 94 (“They that have power to hurt...”) e 130 (“My mistress' eyes...”), pp. 1036 e 1074.

* John Donne, “Love’s Alchemy” (p. 1245) e “The Good Morrow” (p. 1263)

* Andrew Marvell, “To His Coy Mistress”, p. 1691

* John Milton, Paradise Lost (da p. 1815), Book I, ll. 1-270; Book III, ll. 1-417; Book IX, ll. 191-493, 780-916, 990-1016.

 Teatro:

* Thomas Kyd, The Spanish Tragedy, Act I, Act II, Act IV. Testo consigliato (presente in biblioteca): E. Smith, ed. Five Revenge Tragedies. Penguin, 2012.

* Christopher Marlowe, Dr. Faustus (da p. 990), Prologue, Scenes 1-5 (pp. 990-1008); Chorus 4, Scenes 12-13, Parallel versions A text/B text (pp. 1018-1025) [Nel caso si usi un’edizione divisa in atti e scene: Act I, Act II 1-2, Act V].

* William. Shakespeare, King Richard III. Edizioni (in lingua) consigliate: The Arden Shakespeare, Methuen 2009 (ed. J.R. Siemon); The Arden Shakespeare, Methuen 1981 (ed. A. Hammond); The Oxford Shakespeare, Oxford UP 2000 (ed. J. Jowett)]

 

Testi secondari:

Introduzioni generali (“The Sixteenth Century”, pp. 469-498 e “The Early Seventeenth Century”, pp. 1209-1231) e introduzioni ai singoli autori in programma in M. H. Abrams & S. Greenblatt, eds. The Norton Anthology of English Literature (7th edition), vol. 1.  New York & London: Norton, 2000.

* Andrew Gurr, “Theatres and the Dramatic Profession”, in J. F. Andrews, ed. William Shakespeare. His World, His Work, His Influence. New York: Charles Scribner’s sons, 1985, vol. I, pp. 107-28.

* Russel Jackson, “Shakespeare on the Stage from 1660 to 1900”, in S. Wells (ed.), The Cambridge Companion to Shakespeare Studies. Cambridge: Cambridge UP, 1986, pp. 187-212.

 

MODULO B 

            a) Storia della letteratura:

Per la storia letteraria dalle origini alla Restaurazione compresa, si consiglia lo studio del seguente manuale:

* L.M. Crisafulli e K.D. Elam (a cura di). Manuale di letteratura e cultura inglese. Bologna: BUP, 2009 (fino a p. 138)

         b) Testi primari:

* Geoffrey Chaucer, “General Prologue” (in The Norton Anthology of English Literature)

* Anonymous, Everyman, in Medieval and Tudor Drama, ed. by John Gassner, Applause Books.

* William Wycherley, The Country Wife, O.U.P., World’s Classics.

* Aphra Behn, Oroonoko: or, the Royal Slave, O.U.P., World’s Classics.

          c) Testi metodologici:

* Remo Ceserani, Il testo poetico, Il Mulino, Bologna, 2005: “Come si presenta un testo poetico”, pp. 9-13; “Chi parla nel testo poetico”, pp. 71-81; “Com’è fatto un testo poetico”, pp. 83-97; “Come si interpreta un testo poetico”, pp. 99-110.

* Keir Elam, Semiotica del teatro, Il Mulino, Bologna, capp. 3 e 4.

* Angelo Marchese, L’officina del racconto. Semiotica della narrativa, Mondadori, Milano, 1987, pp. 69-223

Bibliography

MODULE A:

Primary texts:

When not otherwise specified, they can be found in: M. H. Abrams & S. Greenblatt, eds. The Norton Anthology of English Literature (7th edition), vol. 1.  New York & London: Norton, 2000.

Prose

* Thomas More, Utopia (extracts on Moodle)

* John Lyly, Euphues: The Anatomy of Wit (extracts onu Moodle)

* Thomas Nashe, The Unfortunate Traveller (extracts on Moodle)

 Poetry:

* Thomas Wyatt, “Whoso list to hunt” (p. 527) e “They flee from me” (p. 529)

* Philip Sidney, Astrophil and Stella, sonetti 1 (“Loving in truth...”) e 28 (“You that with allegory’s curious frame”), pp. 917 e 921

* William Shakespeare, sonetti 94 (“They that have power to hurt...”) e 130 (“My mistress' eyes...”), pp. 1036 e 1074.

* John Donne, “Love’s Alchemy” (p. 1245) e “The Good Morrow” (p. 1263)

* Andrew Marvell, “To His Coy Mistress”, p. 1691

* John Milton, Paradise Lost (da p. 1815), Book I, ll. 1-270; Book III, ll. 1-417; Book IX, ll. 191-493, 780-916, 990-1016.

Drama:

* Thomas Kyd, The Spanish Tragedy.

* Christopher Marlowe, Dr. Faustus (from p. 990), Prologue, Scenes 1-5 (pp. 990-1008); Chorus 4, Scenes 12-13, Parallel versions A text/B text (pp. 1018-1025) [in different editions: Act I, Act II 1-2, Act V].

* William. Shakespeare, King Richard III. Editions: The Arden Shakespeare, Methuen 2009 (ed. J.R. Siemon); The Arden Shakespeare, Methuen 1981 (ed. A. Hammond); The Oxford Shakespeare, Oxford UP 2000 (ed. J. Jowett)]

 Secondary texts:

General introductions (“The Sixteenth Century”, pp. 469-498 e “The Early Seventeenth Century”, pp. 1209-1231) e introductions to the various authors in M. H. Abrams & S. Greenblatt, eds. The Norton Anthology of English Literature (7th edition), vol. 1.  New York & London: Norton, 2000.

* Andrew Gurr, “Theatres and the Dramatic Profession”, in J. F. Andrews, ed. William Shakespeare. His World, His Work, His Influence. New York: Charles Scribner’s sons, 1985, vol. I, pp. 107-28.

* Russel Jackson, “Shakespeare on the Stage from 1660 to 1900”, in S. Wells (ed.), The Cambridge Companion to Shakespeare Studies. Cambridge: Cambridge UP, 1986, pp. 187-212.

 

MODULE B

           a) History of literature:

* L.M. Crisafulli e K.D. Elam (a cura di). Manuale di letteratura e cultura inglese. Bologna: BUP, 2009 (up to p. 138)

           b) Primary texts:

* Geoffrey Chaucer, “General Prologue” (in The Norton Anthology of English Literature)

* Anonymous, Everyman,

* William Wycherley, The Country Wife, O.U.P., World’s Classics.

* Aphra Behn, Oroonoko: or, the Royal Slave, O.U.P., World’s Classics.

            c) Methodological texts:

* Remo Ceserani, Il testo poetico, Il Mulino, Bologna, 2005: “Come si presenta un testo poetico”, pp. 9-13; “Chi parla nel testo poetico”, pp. 71-81; “Com’è fatto un testo poetico”, pp. 83-97; “Come si interpreta un testo poetico”, pp. 99-110.

* Keir Elam, Semiotica del teatro, Il Mulino, Bologna, ch. 3 and 4.

* Angelo Marchese, L’officina del racconto. Semiotica della narrativa, Mondadori, Milano, 1987, pp. 69-223.

Indicazioni per non frequentanti

Gli studenti non frequentanti dovranno concordare alcune letture aggiuntive con il docente.

Modalità d'esame

L'esame prevede un colloquio orale distinto per ciascun modulo tra il candidato e il docente. Al candidato verrà assegnato un voto per il modulo A e un voto per il modulo B. Il voto finale sarà lil risultato della media dei voti dei due colloqui. 

Durante il colloquio di verifica del modulo A, gli studenti dovranno dimostrare di conoscere, oltre ai contenuti del corso (compresi i testi secondari), i lineamenti della storia della letteratura inglese dalle origini ai nostri giorni.

Note

Altre letture potranno essere indicate nel corso delle lezioni.

Gli studenti sono caldamente invitati a procurarsi e a leggere i testi primari in programma, soprattutto i drammi (nell'ordine proposto) e Paradise Lost, PRIMA dell’inizio del corso.

Si ribadisce che: 

TUTTI I TESTI PRIMARI DEVONO ESSERE LETTI IN LINGUA ORIGINALE. 

NEL COLLOQUIO ORALE LO STUDENTE DOVRA' DIMOSTRARE DI SAPER LEGGERE E TRADURRE I TESTI. 

 

-----

NB: LE LEZIONI AVRANNO INIZIO IL GIORNO 25 SETTEMBRE 2017 

ORARIO 

Lunedì ore 12-13.30 Aula 2 Boilleau 

Mercoledì ore 12-13.30 Aula 1 Chimica

Venerdì ore 14.15-15.45 Aula Ricci Multimediale

 

RICEVIMENTO STUDENTI:

Mercoledì ore 10-11.30

Via S. Maria, 67, II piano, Studio 23

Ultimo aggiornamento 15/11/2017 11:36