Scheda programma d'esame
LINGUA E TRADUZIONE: LINGUA ROMENA II
CLAUDIA MARIANA ENE
Anno accademico2018/19
CdSLINGUE E LETTERATURE STRANIERE
Codice078LL
CFU9
PeriodoAnnuale

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
LINGUA E TRADUZIONE: LINGUA ROMENA IIL-LIN/17LEZIONI54
CLAUDIA MARIANA ENE unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

L'inizio del lettorato - 6 dicembre 2018

Il corso, previsto nel secondo semestre, per un totale di 54 orecomincerà a febbraio 2019. 

 

Al termine del corso e del lettorato lo studente avrà acquisito:

  • le caratteristiche fondamentali del profilo morfosintattico e lessicale della lingua romena, in ambito traduttivo;
  • il vocabolario di base della lingua romena e termini appartenenti ad altri livelli di lessico; gli strumenti linguistici utili a interagire in diversi contesti sociali.
Knowledge

Lessons will start on Tuesday 11.12.2018

By the end of the course the student will have acquired:

  • the fundamental characteristics of the morpho-syntactic and lexical profile of the Romanian language, in the translation field;
  • the basic vocabulary of the Romanian language and terms belonging to other levels of vocabulary;
  • the linguistic tools useful to interact indifferent social contexts.
Modalità di verifica delle conoscenze
  • Regolari esercitazioni in aula
  • Esercizi da svolgere in autonomia
  • Prova in itinere
  • Verifica scritta e orale al termine del corso
Assessment criteria of knowledge
  • Regular classroom exercises
  • Exercises to be carried out autonomously
  • In itinere test
  • Written and oral examination at the end of the course
Capacità

Al termine del corso e del lettorato lo studente sarà in grado di:

  • comprendere e descrivere le caratteristiche fondamentali del profilo morfosintattico e lessicale della lingua romena, in ambito traduttivo;
  • compiere operazioni, anche non elementari, di analisi, sintesi, trasformazione delle strutture linguistiche sul piano lessicale e morfosintattico;
  • comprendere e utilizzare il linguaggio in situazioni riferite allo studio, al lavoro, ai viaggi e al tempo libero; esprimere intenzioni e opinioni su argomenti conosciuti; formulare progetti e argomentazioni.
Skills

At the end of the course the student will be able to:

  • understand and describe the fundamental characteristics of the morphosyntactic and lexical profile of the Romanian language, in the field of translation;
  • perform operations, even non-elementary, of analysis, synthesis, transformation of linguistic structures at a lexical and morphosyntactic level;
  • understand and use language in situations related to study, work, travel and leisure;express intentions and opinions on familiar topics; formulate projects and arguments.
Modalità di verifica delle capacità
  • Regolari esercitazioni in aula
  • Esercizi da svolgere in autonomia
  • Prova in itinere
  • Verifica scritta e orale al termine del corso
Assessment criteria of skills
  • Regular classroom exercises
  • Exercises to be carried out autonomously
  • In itinere test
  • Written and oral examination at the end of the course
Comportamenti

Al termine del corso e del lettorato lo studente potrà acquisire e sviluppare

  • una capacità metalinguistica di base;
  • un metodo nell'apprendimento contrastivo delle lingue; 
  • le principali abilità linguistiche corrispondenti al livello B2 del Quadro Europeo di Riferimento.
Behaviors

At the end of the course the student will be able to acquire and develop

  • a basic metalinguistic ability;
  • a method in contrastive language learning;
  • the main linguistic skills corresponding to the B2 level of the Common European Reference Framework.
Modalità di verifica dei comportamenti
  • Regolari esercitazioni in aula
  • Esercizi da svolgere in autonomia
  • Prova in itinere
  • Verifica scritta e orale al termine del corso
Assessment criteria of behaviors
  • Regular classroom exercises
  • Exercises to be carried out autonomously
  • In itinere test
  • Written and oral examination at the end of the course
Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Il corso richiede una conoscenza basilare dei principali fenomeni grammaticali e lessicali del romeno.

Prerequisites

The course requires a basic knowledge of the main grammatical and lexical phenomena of the Romanian language.

Indicazioni metodologiche

Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni nell’ambito del lettorato.

Durante le lezioni frontali

  • si presenteranno i relativi contenuti linguistici e si darà spazio alla riflessione teorica sulla lingua;
  • per una migliore comprensione dei meccanismi di funzionamento delle strutture del romeno, si proporrà un approccio contrastivo nel contesto delle lingue romanze e soprattutto dell’italiano.

Le esercitazioni nell’ambito del lettorato

  • prevedono la partecipazione attiva degli studenti e saranno tenute principalmente in lingua romena;
  • la spiegazione delle strutture funzionali della lingua sarà accompagnata ed esemplificata da esercizi concepiti al fine di migliorare le competenze linguistiche e comunicative (esercizi di abbinamento, completamento e ricostruzione di un testo, identificazione e correzione di errori, esercizi di comprensione ed espressione scritta e orale, ecc.), utilizzando materiali didattici che integrino anche elementi di storia, civiltà, letteratura e cultura romena.

Le lezioni e le esercitazioni si svolgono con l'ausilio di

  • dispense elaborate ad hoc dalla docente;
  • materiali audio e video;
  • ricevimento degli studenti.
Teaching methods

The course includes lectures and exercises.

During the lessons the relevant linguistic contents will be presented and some theoretical reflection on the language will be enhanced; for a better understanding of the functioning mechanisms of Romanian structures, a contrastive approach will be proposed in the context of Romance languages and, above all, Italian.

The exercises in the lettorato provide for the active participation of students and will be held mainly in Romanian; the explanation of the functional structures of the language will be accompanied and exemplified by exercises designed to improve language and communication skills (matching, completion and reconstruction of a text, identification and error correction, comprehension exercises and written and oral expression, etc.), by using educational materials that integrate also elements of history, civilization, literature and Romanian culture.

Lessons and exercises are  delivered out with the help of

- handouts prepared ad hoc by the professor;

- audio and video materials;

- student receiving.

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Le specificità della lingua romena hanno consentito agli studiosi di proporre una suggestiva metafora che, semplificata, rappresenta visivamente la famiglia delle lingue neolatine come una ricca tavola che si regge su quattro piedi, ciascuno dotato di caratteristiche proprie: l’italiano, più conservativo rispetto al comune retaggio latino, lo spagnolo, con forti influssi dall’arabo, il francese, la lingua romanza più germanizzata, e il romeno, l’unica che presenti interessanti influssi riferibili a lingue slave. Lo studio del romeno permetterà dunque di ampliare e integrare le nostre conoscenze, con sorprendenti parallelismi sul piano della morfosintassi – plurali arcaici in -ora (sicil. “focora”) // rom. “-uri”; in siciliano e napoletano (forse per influsso dallo spagnolo), il complemento oggetto della persona introdotto dalla prep. “a”: ad es. “Chiamme a’ Vicienze” // rom. “pe”; con reduplicazione: “Chiammelo a’ Vicienze” [#Chiamalo a Vincenzo, inaccettabile in ital. standard] – ma anche al livello più squisitamente lessicale – ad es. ital. ant. “esca” (Petrarca), con accezione identica a rom. “iască”.

Il corso, in sinergia con le esercitazioni di lettorato, propone:

  • il corso - una descrizione delle caratteristiche fondamentali del profilo morfosintattico e lessicale e della lingua romena, in ambito traduttivo;
  • il lettorato - un percorso di apprendimento relativo all’uso strumentale della lingua, che mira a raggiungere il livello di competenza linguistica B2 del Quadro Europeo di Riferimento.
Syllabus

The specificities of the Romanian language have allowed scholars to propose a suggestive metaphor that, simplified, represents visually the family of Romance languages as a rich table that stands on four feet, each with its own characteristics: Italian, more conservative compared to the common Latin heritage, Spanish, with strong influences from Arabic, French, the most germanized Romance language, and Romanian, the only one with interesting influences related to Slavic languages. The study of the Romanian language will therefore allow to expand and integrate our knowledge, with surprising parallelisms on the archaic morphosyntaxes in -ora (sicil. "focora") // rom. "-uri"; in Sicilian e Neapolitan (perhaps due to influence from Spanish), the object complement of the person introduced by the prep. "A": e.g. "Call to 'Vicienze" // rom. "Pe"; with reduplication: "Chiammelo a 'Vicienze" [#Chiamalo to Vincenzo, unacceptable in Ital. standard] - but also at the most exquisitely lexical level - e.g. Ital. ant. "Esca" (Petrarch), with an identical meaning to Rome. "IASCĂ". 

The course, in synergy with the lettorato and exercises, proposes:

- the course - a description of the fundamental characteristics of the morphosyntactic and lexical profile and of the Romanian language in the fieldof translation;

- the lettorato - a learning path relative to the instrumental use of the language, which aims to reach the  B2 level of competence according to the Common European Framework of Reference.

Bibliografia e materiale didattico

Bibliografia corso

  • Negriţescu, Valentina, Davide Arrigoni, Grammatica romena. Morfologia, sintassi ed esercizi, Hoepli, Milano, 2009 (capitoli che saranno indicati dalla docente).
  • Jinga, Laurenţia, Grammatica romena per italiani, Edizioni dell’Orso, Alessandria, 2004 (capitoli che saranno indicati dalla docente).
  • Mazzoni, Bruno, “Un percorso di storia della lingua romena”, in F. Sabatini, A. Golini (eds.), L’Europa dei popoli, vol. IV, Editalia – Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma, 1997, pp. 461‐467.

Bibliografia lettorato

  • Bunget, Ileana, Comunicare in romeno. Corso di lingua romena per italiani, Hoepli, Milano, 2010 (capitoli che saranno indicati dalla docente).
  • Vasilescu, Andra, Oana Chelaru-Murăruș, Camelia Ușurelu, Teste de limba română. Pașaportul lingvistic european, Institutul Limbii Române, București, Editura Nouă, 2006.

Bibliografia di approfondimento

  • Academia Română – Institutul de Lingvistică “Iorgu Iordan - Al. Rosetti”, Gramatica limbii române, 2 voll., Editura Academiei Române, București, 2008.

Dizionari consigliati

  • Academia Română – Institutul de Lingvistică “Iorgu Iordan - Al. Rosetti”, Dicţionarul explicativ al limbii române, Bucureşti, Editura Univers Enciclopedic, 2009 (ristampe 2012 e 2016). Versione on-line: https://dexonline.ro/
  • Dicţionarul explicativ ilustrat al limbii române, coordinato da Eugenia Dima, Chişinău, Editura Arc & Gunivas, 2007.
  • Dicţionar italian-român. Dizionario italiano-romeno, Ediţia a III-a, coordinato da Alexandru Balaci, Bucureşti, Editura Gramar, 2008.
  • Dicţionar român-italian. Dizionario romeno-italiano, Ediţia a III-a, coordinato da Doina Derer e Roxana Utale, Bucureşti, Editura Gramar, 2008.
Bibliography

Course bibliography

  • Negriţescu, Valentina, Davide Arrigoni, Grammatica romena. Morfologia, sintassi ed esercizi, Hoepli, Milano, 2009 (chapters that will be indicated by the teacher).
  • Jinga, Laurenţia, Grammatica romena per italiani, Edizioni dell’Orso, Alessandria, 2004 (chapters that will be indicated by the teacher).
  • Mazzoni, Bruno, “Un percorso di storia della lingua romena”, in F. Sabatini, A. Golini (eds.), L’Europa dei popoli, vol. IV, Editalia – Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma, 1997, pp. 461‐467.

Lettorato bibliography

  • Bunget, Ileana, Comunicare in romeno. Corso di lingua romena per italiani, Hoepli, Milano, 2010 chapters that will be indicated by the teacher).
  • Vasilescu, Andra, Oana Chelaru-Murăruș, Camelia Ușurelu, Teste de limba română. Pașaportul lingvistic european, Institutul Limbii Române, București, Editura Nouă, 2006.

In-depth bibliography

  • Academia Română – Institutul de Lingvistică “Iorgu Iordan - Al. Rosetti”, Gramatica limbii române, 2 voll., Editura Academiei Române, București, 2008.

Recommended dictionaries

  • Academia Română – Institutul de Lingvistică “Iorgu Iordan - Al. Rosetti”, Dicţionarul explicativ al limbii române, Bucureşti, Editura Univers Enciclopedic, 2009 (reprints 2012 and 2016). On-line version: https://dexonline.ro/
  • Dicţionarul explicativ ilustrat al limbii române, coordinated by Eugenia Dima, Chişinău, Editura Arc & Gunivas, 2007.
  • Dicţionar italian-român. Dizionario italiano-romeno, Ediţia a III-a, coordinated by Alexandru Balaci, Bucureşti, Editura Gramar, 2008.
  • Dicţionar român-italian. Dizionario romeno-italiano, Ediţia a III-a, coordinated by Doina Derer and Roxana Utale, Bucureşti, Editura Gramar, 2008.
Indicazioni per non frequentanti

Il programma di esame è valido sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti.

Non-attending students info

The exam programme is valid for both attending and non-attending students.

Modalità d'esame

Alla fine del modulo è prevista una prova in itinere facoltativa; chi non sosterrà la prova dovrà affrontare in sede di esame un colloquio relativamente più lungo.

L’esame – svolto nella classica forma dell’elaborato scritto con successiva discussione orale della prova (nello stesso giorno) – verifica le conoscenze e le principali abilità linguistiche corrispondenti al livello B2 del Quadro Europeo di Riferimento.

La prova orale consiste in:

  • domande puntuali sull’elaborato scritto, concernenti i contenuti presentati durante il corso
  • domande volte a verificare la precisione dell’analisi, sia di argomenti più prettamente teorici, sia dei brani di testo che sono stati sottoposti agli studenti durante il corso e direttamente in sede di esame;
  • domande volte a verificare le principali abilità linguistiche corrispondenti al livello B2 del Quadro Europeo di Riferimento.
Assessment methods

At the end of the module an optional in itinere test is scheduled; those who do not sit the test, will have to face a relatively longer interview during the examination

The exam - carried out in the classic form of the written paper with subsequent oral discussion of the test (on the same day) - assesses the knowledge and the main linguistic skills corresponding to the B2 level of the Common European Framework of Reference.

The oral exam consists of:

  • specific questions about the written work, concerning the contents presented during the course
  • questions aimed at verifying the accuracy of the analysis, both of more purely theoretical subjects, and of the pieces of text that have been submitted to students during the course and directly during the exam;
  • questions aimed at verifying the main linguistic skills corresponding to the B2 level of the Common European Framework of Reference.
Note

Il corso, previsto nel secondo semestre, per un totale di 54 orecomincerà a febbraio 2019.

Al corso è affiancato il Lettorato di romeno 2.

L'inizio del lettorato - 6 dicembre

Notes

The lessons will start on Tuesday 11.12.2018

The Romanian Lettorato 2 is added to the course.

The lessons will take place on both semesters.

Ultimo aggiornamento 27/11/2018 12:41