Scheda programma d'esame
TEORIA COSMOPOLITICA
NICO DE FEDERICIS
Anno accademico2018/19
CdSSTUDI INTERNAZIONALI
Codice216QQ
CFU6
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
TEORIA COSMOPOLITICASPS/01LEZIONI42
NICO DE FEDERICIS unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Lo studente che completerà il corso con profitto sarà in grado di spendere la conoscenza dei principali argomenti della teoria cosmopolitica, nelle sue formulazioni antiche, moderne (in particolare settecentesche e ottocentesche) e contemporanee. I futuri studenti saranno in grado di gestire in particolare i temi di rilievo essenziale per la concezione contemporanea della politica in relazione ai problemi del cosmopolitismo e della condizione propria dei soggetti che condividono una identità aliena (come migranti, stranieri, ecc.) alla appartenenza statale. Un programma specifico sarà selezionato di anno in anno.

Knowledge

The student who completes the course successfully will be able to demonstrate knowledge of the main themes on cosmopolitan theory, according to its ancient, modern (in particular of seventeenth and eighteenth century) and contemporary formulations. Afterthe course the students will be able to manage advanced concepts of modern political theory with reference to cosmopolitanism and the legal and moral status of ones who share a condition which is alien to state membership (i.e. migrants, foreigners etc.). A specific program will be selected every academic year.

Modalità di verifica delle conoscenze

Nel corso della prova orale e nella discussione in aula lo studente dovrà dimostrare la sua conoscenza dei temi trattati nel programma annuale, e dovrà mostrare la sua capacità di comprensione e di discussione con un linguaggio appropriato del materiale di lettura di volta in volta assegnato.

Metodologia di verifica:

  • Esame orale conclusivo
  • Verifica della partecipazione in classe dello studente
Assessment criteria of knowledge

During the oral exam the student must be able to demonstrate his/her knowledge of the course's material and be able to discuss the reading material thoughtfully and with propriety of expression.

Methods:

  • Final oral exam
  • Continuous assessment

 

Capacità

Durante il corso lo studente sarà invitato a dimostrare i suoi progressi nelle competenze richieste. In particoalre, saranno valutate positivamente le seguenti abilità:

  • Organizzazione logica delle informazioni e chiarezza espositiva delle proprie idee
  • Dimostrazione di una effettiva chiarezza nell'esposizione orale, nel controllo della cadenza e del tono della voce
  • Appropriatezza nell'uso del vocabolario
  • Capacità di svolgere una relazione in modo interessante, e mostrandone chiaramente obiettivi e finalità
  • Dimostrazione di aver maturato una comprensione generale degli argomenti trattati
Skills

During the course the student will demonstrate his/her improvements in the requested abilities. In particular, the following skills will be positive evaluated:

  • Organising information logically an explaining ideas clearly.
  • Demonstrating effective speaking clarity, pace, volume
  • Making appropriate use of vocabulary and body language
  • Introducing a presentation in an interesting way and making its purpose clear
  • Demonstrating a comprehensive understanding of the topic
Modalità di verifica delle capacità

Il raggiungimento delle capacità richieste sarà valutato nel corso dei vari incontri, attraverso il ricorso a varie tecniche metodologiche di valutazione (di "bassa-quota"), che potranno essere formali e/o informali.

Metodologie informali:

  • Impressioni scritte
  • Brevi indagini o questionari
  • Domande in classe
  • Brevi sedute di "wrapping" all'inizo o alla fine degl incontri

Metodologie formali:

  • Attività di classe (individuali o di gruppo)
  • Relazioni
  • Compiti assegnati in classe
Assessment criteria of skills

Expected skills will be evaluated progressively during the lectures, through different low-stake assessment criteria and methods, which will be formal and/or informal.

Informal Methods:

  • Written Reflections
  • Polls or Surveys
  • Checks to Understanding
  • Wrapping

Formal Methods:

  • In Class Activities
  • Presentations
  • Class Deliverable
Comportamenti

Gli studenti che intendono frequentare il corso dovranno mantenere in tutti gli incontri un comportamento equilibrato, avere un'attitudine positiva, essere indipendenti, razionali ed attivi. Essi dovranno essere educati, agire in modo rispettoso e corretto, e in classe dovranno mostrare autocontrollo in ogni situazione (anche nel caso dovessero trovarsi sotto pressione).

Gli studenti dovranno mostrare interesse e partecipazione, e un atteggiamento positivo nei confronti della materia.

Behaviors

Students attending the course are expected to be balanced, have a positive attitude and be independent, rational and active. They must be polite, act morally and control theirselves (though under pressure) in any situation during the class time.

They are expected to show interest and participation, being positive oriented towards the topic.

Modalità di verifica dei comportamenti

La verifica dei comportamenti sarà consegnata a criteri esclusivamente informali, incentrati soprattutto sull'osservazione in classe.

Metodologia:

  • Osservazione dei comportamenti
  • Riflessioni scritte
  • Domande in classe
  • Verifica continua dell'adeguatezza del comportamento durante i lavori
Assessment criteria of behaviors

Assessment criteria of behaviors will be wholly informal, and they will mainly take into account the monitoring of students during the class.

Methods:

  • Monitoring
  • Written Reflections
  • Checks to Understanding
  • Continuous assessment
Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Non è richiesto alcun prerequisito obbligatorio. Una conoscenza basilare (i.e. corrispondente a un esame di primo livello) della storia del pensiero politico e/o della filosofia politica potrà aiutare lo studente a ottenere il massimo profitto dal corso.

Prerequisites

No mandatory prerequisites are requested. A basic knowledge (i.e. an undergraduate course) of the main themes of history of political thought or political philosophy will help students' proficiency in the course.

Indicazioni metodologiche

Modalità di erogazione: Corso in presenza 

Frequenza: Non obbligatoria

Attività di apprendimento:

  • Frequenza delle lezioni
  • Participazione attiva in classe
  • Attività di esercitazione e laboratorio didattico
  • Frequenza dei seminari collegati al corso

Metodologia di insgnamento:

  • Lezioni
  • Seminari
  • Esercitazioni e laboratori

 

Teaching methods

Delivery: Face to face

Attendance: Mandatory

Learning activities:

  • Attending lectures
  • Participation in seminar
  • Laboratory work

 Teaching methods:

  • Lectures
  • Seminar
  • laboratory

 

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Anno Accademico 2018/19 (Primo semestre)

Titolo del corso: Cosmopolitismo e migrazioni: oltre l'idea di straniero

L'intensificarsi dei flussi migratori nel nostro tempo di “globalizzazione”, e la grave crisi di profughi che in questi ultimi anni sta riguardando l'Europa, costretta a confrontarsi con una situazione di emergenza umanitaria, impone di leggere con nuove categorie concettuali la figura dello straniero. Tradizionalmente, il cosmopolitismo è stata la teoria che ha inteso dare una risposta diversa e alternativa alla rappresentazione particolaristica della politica, sia essa espressa in termini di cultura, identità, appartenenza nazionale o di altro tipo.

Il corso intende mettere a fuoco i problemi, le contraddizioni, ma anche le possibilità aperte da questa tradizione, in vista di una ridefinizione della categoria dello “straniero”. Partendo da un'analisi della tipologia classica del diritto cosmopolitico come “diritto di visita”, ci si sposterà sulla condizione del migrante, e saranno discusse le controverse questioni aperte dal suo presentarsi come soggetto di diritti; si affronterà infine il tema della revisione che tale figura produce nei confronti della teoria della cittadinanza democratica.

Al corso saranno eventualmente affiancati alcuni incontri seminariali.

Syllabus

Academic Year 2018/19 - Fall Term

Description: Cosmopolitanism and Migrations: beyond the Concpet of Other

The continuing increase of international migration flows in our time of globalization, and the refugee crisis that is seriosly facing Europe in recent years, which has been forced to deal with an humanitarian emergency, claims for a complete review of the lens by which we see foreigners. Cosmopolitanism has been the theory which traditionally promoted an alternative reply to the particularistic representation of politics, being expressed in terms of culture, identity, national or other forms of membership.

The course aims to challenge problems and contradictions, but also opportunities opened up by this tradition in political theory and philosophy, in order to reconsider the concept of foreigner as "alien". Moving from the analysis provided by the classical model of cosmopolitan law as a "right to visit", the course will thematize the condition of the migrant, as well as it will take into account the open questions related to his/her being or not a suject who is a "right entitled". Eventually, it will be addressed which kind of revision the new status for the Others is producing in the field of democratic citizenship theory.

The course can include also several seminars.

Bibliografia e materiale didattico

Testi richiesti:

I. Kant, Per la pace perpetua (1795): Terzo articolo definitivo

I. Kant, La metafisica dei costumi (1797): Dottrina del diritto, § 62

S. Benhabib, I diritti degli altri: stranieri, residenti e cittadini, trad. it. di Stefania De Petris, Milano, Raffaello Cortina, 2006. 

Si richiede inoltre, a scelta dello studente, uno dei seguenti testi:

K.A. Appiah, Cosmopolitismo. L'etica in un mondo di estranei, Roma-Bari, Laterza, 2007

S. Benhabib, Cittadini globali: cosmopolitismo e democrazia, Bologna, il Mulino, 2008

S. Benhabib, J. Resnik (eds), Migrations and Mobilities: Gender, Borders and Citizenship, New York, NYU Press, 2009

S. Benhabib, Borders, Boundaries, and Citizenship, «Political Science and Politics», vol. 38 (2005) n. 4, pp. 673-77

W. Kymlicka, La cittadinanza multiculturale, trad. it. a cura di Giancarlo Gasperoni, Bologna, il Mulino, 1999, pp. 21-61; pp. 301-33

L. Ypi, Stato e avanguardie cosmopolitiche, Roma-Bari, Laterza, 2016

 Per gli scritti politici di Kant è preferibile fare riferimento all'edizione: Sette scritti politici liberi, a cura di M.C. Pievatolo, Firenze, FUP, 2011. In alternativa, è possibile impiegare una qualsiasi altra edizione in commercio (tenendo presente le correzioni indicate a lezione).

Per la metafisica dei costumi: Metafisica dei costumi, a cura di G. Vidari, Roma-Bari, Laterza, 2006 (e succ.), ovvero una qualsiasi altra edizione in commercio.

Letture consigliate:

Relativamente alla parte dedicata al cosmopolitismo kantiano, si consiglia la lettura di:

G. MARINI, La filosofia cosmopolitica di Kant, a cura di N. De Federicis e M.C. Pievatolo, Roma-Bari, Laterza, 2007, pp. 137-64.

Per un inquadramento generale dei temi della filosofia politica si consiglia:

R. GATTI, L. ALICI, Filosofia politica. Gli autori, i concetti, Edizione ampliata, Brescia, Morcelliana, 2018

Ulteriori letture utili ai fini della preparazione dell'esame saranno indicate a lezione.

Bibliography

Mandatory Readings:

I. Kant: Perpetual Peace (1795), Third Definitive Article

I. Kant: Metaphysics of Morals (1797), § 62

S. Benhabib: The Rights of Others. Aliens, Residents and Citizens (Cambridge, C.U.P., 2004).

In order to pass the exam, students will also choose one (mandatory) of the following readings*: (*) Choose the reading that show the depth and breadth of your knowledge

K.A. Appiah: Cosmopolitanism. Ethics in a World of Strangers (New-York-London. Norton & C., 2006)

S. Benhabib: Another Cosmopolitanism (Oxford. OUP, 2006)

S. Benhabib, J. Resnik (eds): Migrations and Mobilities: Gender, Borders and Citizenship (New York. NYU Press, 2009)

S. Benhabib: Borders, Boundaries, and Citizenship, «Political Science and Politics», vol. 38 (2005) n. 4, pp. 673-77

W. Kymlicka: Multicultural Citizenship (Oxford. Clarendon Press, 1995): 21-61; 301-33

L. Ypi: Global Justice and Avant-Guard Political Agency (Oxford. OUP, 2012)

Good English translations of Kant's political works are the following:

I. Kant: Perpetual Peace, in Toward Perpetual Peace and Other Writings..., ed. by P. Kleingeld (New Haven and London. Yale Un. Press, 2006): 82-5.

I. Kant: The Metaphysics of Morals, ed. by M. Gregor (Cambridge. CUP, 1996)

Suggested Readings:

Related to the first part of the course, which deals with Kantian cosmopolitanism, the following reading is reccommended:

G. Marini: La filosofia cosmopolitica di Kant, ed by N. De Federicis and M.C. Pievatolo, (Roma-Bari. Laterza, 2007): 137-64.

An overview on the fundamentals of political philosophy in:

R. GATTI, L. ALICI: Filosofia politica. Gli autori, i concetti, Edizione ampliata (Brescia. Morcelliana, 2018)

Other readings will be suggested during the course.

Indicazioni per non frequentanti

Gli studenti impossibilitati a frequentare, e che desiderino sostenere l'esame, sono pregati di mettersi in contatto con il docente prima di iniziare la preparazione, in modo da ricevere le necessarie indicazioni metodologiche.

Non-attending students info

Non-attending students, who are planning the exam, are pleased to contact the teacher (see office hours) to obtain the necessary methodologic guidelines before to start to study for the exam.

Modalità d'esame

Il corso è della durata di 42 ore; l'esame consiste in una prova orale condotta secondo i criteri di cui all'articolo 6 del Regolamento didattico di Ateneo.

Nel corso dei vari anni accademici, il docente valuterà (sentito il parere, non vincolante, degli studenti frequentanti) l'opportunità di inserire delle prove intermedie, che potranno avere modalità di prova scritta, ovvero orale.

La partecipazione attiva in classe è fortemente apprezzata; essa contribuirà a formare (per un max del 35% del voto complessivo) il giudizio conclusivo del docente.

Commissione d'esame:

Prof. N. De Federicis (Presidente), Prof.ssa M. C. Pievatolo, Prof. R. Giannetti (supp.)

Assessment methods

This is a 42 hrs course; the exam is oral (i.e. viva voce) according to the criteria established in Art. 6 of University of Pisa Teaching Guide (Regolamento didattico d'Ateneo).

Depending on the academic year, it could be organized (considering eventually the attending students's needs) an intermidiate test (prova intermedia), which could contribute (max 50%) to establish the final grade. The test can be written or an oral presentation.

An active class participation is strongly encouraged; it will contribute to max 35% of the total grade.

Examination Board:

Prof. N. De Federicis (President), Prof.ssa M. C. Pievatolo, Prof. R. Giannetti (sub.)

Ultimo aggiornamento 20/11/2018 10:12