Scheda programma d'esame
DIDATTICA DELLA LETTERATURA ITALIANA
LUCA CURTI
Anno accademico2019/20
CdSITALIANISTICA
Codice494LL
CFU6
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
DIDATTICA DELLA LETTERATURA ITALIANAL-FIL-LET/10LEZIONI36
LUCA CURTI unimap
Programma non disponibile nella lingua selezionata
Obiettivi di apprendimento
Conoscenze

Caratteri dei principali testi della letteratura italiana da Dante a Gadda

Modalità di verifica delle conoscenze

Colloqui in itinere

Capacità

Comprensione dei testi e loro resa in parafrasi

Modalità di verifica delle capacità

Esercitazione di seminario

Comportamenti

Frequenza consigliata per almeno due terzi delle ore di lezione. Gli studenti pronunceranno una lezione/relazione di fronte ai compagni di corso su argomento scelto all'inizio; da questa lezione trarranno una relazione scritta (di cinque cartelle massimo) che sarà consegnata al docente almeno una settimana prima della data dell'esame.

Modalità di verifica dei comportamenti

Firma di frequenza

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Padronanza della lingua letteraria italiana

Indicazioni metodologiche

Scrupolo filologico nell'accertamento della natura dei testi esaminati, completezza dell'informazione  bibliografica, distinzione attenta dei diversi codici e livelli stilistico-formali nei quali i testi letterari sono inseriti

Programma (contenuti dell'insegnamento)

Il corso/seminario ha come titolo Indurre alla lettura. Gli argomenti che possono portare a leggere i nostri classici. Gli studenti esamineranno testi da proporre nell'insegnamento ( soprattutto secondario di secondo livello) motivando la loro significatività sotto il profilo del contributo all'identità nazionale, sottolineandone, oltre all'eccellenza formale, l'aspetto relativo al loro impegno civile.

Il riferimento d'obbligo è al testo di legge che descrive gli 'obiettivi specifici di apprendimento" del ciclo di istruzione secondaria:

"Il senso e l’ampiezza del contesto culturale, dentro cui la letteratura si situa con i mezzi
espressivi che le sono propri, non possono essere ridotti a semplice sfondo narrativo sul quale
si stampano autori e testi. Un panorama composito, che sappia dar conto delle strutture sociali
e del loro rapporto con i gruppi intellettuali (la borghesia comunale, il clero, le corti, la città, le
forme della committenza), dell’affermarsi di visioni del mondo (l’umanesimo, il rinascimento, il
barocco, l’Illuminismo) e di nuovi paradigmi etici e conoscitivi (la nuova scienza, la
secolarizzazione), non può non giovarsi dell’apporto di diversi domini disciplinari". (DM 211/2010)

Bibliografia e materiale didattico

Le informazioni relative a questo campo saranno fornite a lezione, ferme restando le indicazioni implicite nelle note precedenti.

Indicazioni per non frequentanti

Chi voglia sostenere l'esame da non frequentante dovrà riferire sui seguenti testi:

Jean-Paul SARTRE, Che cos'è la letteratura, prima ediz. Gallimard 1947 ( in italiano edito da 'Il Saggiatore': si richiede la conoscenza del solo testo individuato dal titolo);

Annalisa ANDREONI, Ama l'italiano, Milano PIEMME 2017;

Emilia ARDISSINO ( a cura di), Insegnare italiano nella scuola secondaria, Milano Mondadori 2018, pp. 1-187 ( ossia, la sezione dedicata alla letteratura).

(Il libro di Sartre, ancora disponibile in libreria, è reperibile anche in rete).

Dovrà inoltre presentare due relazioni scritte (di cinque cartelle ciascuna) su altrettanti autori della letteratura italiana dei quali metterà in evidenza l'importanza ai fini didattici. Le relazioni dovranno essere consegante al docente almeno una settimana prima della data dell'esame.

Modalità d'esame

Colloquio sulla base di relazione scritta del seminario già tenuto oralmente

Ultimo aggiornamento 06/08/2019 11:42