Scheda programma d'esame
FILOLOGIA GERMANICA
MARCO BATTAGLIA
Anno accademico2019/20
CdSLINGUE E LETTERATURE STRANIERE
Codice093LL
CFU9
PeriodoPrimo semestre

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
FILOLOGIA GERMANICAL-FIL-LET/15LEZIONI54
MARCO BATTAGLIA unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Il corso si propone di fornire a studentesse e studenti le nozioni fondamentali di linguistica germanica e il panorama offerto dalle culture germaniche in epoca alto-medievale. Al termine del corso studentesse e studenti saranno in grado di: 
– riconoscere l'evoluzione fonetica delle lingue germaniche (soprattutto inglese e tedesco) a partire dalle origini indoeuropee;
– ricostruire la storia dei rapporti storico-culturali alla base delle realtà politiche dell'Alto Medioevo germanico; 
– collocare i vari testi letterari scaturiti dall'interazione con la cultura classico-cristiana nel contesto di produzione e di ricezione relativi; 
– individuare le principali caratteristiche stilistiche e ideologiche di tali testi; 
– individuare e discutere i principali problemi interpretativi posti da tali testi.

Knowledge

The course aims at providing the theoretical premises and the practical knowledge necessary to an understanding of the origins of languages and cultures developed by different Germanic ethnic groups, from prehistory to the High Middle Ages. At the end of the course students will be able to: 
– have an understanding of the phonetic evolution of Germanic languages (especially English and German) in view their Indo-European origins;
– trace the history of historical-cultural links at the basis of the political-legal contexts of the German High Middle Ages; 
– place the various literary texts developed by the interaction with the Classical and Christian culture in the context of the relevant production and reception; 
– identify the main stylistic and ideological characteristics of these tests; 
– identify and discuss the main issues raised by these texts.

Modalità di verifica delle conoscenze

Particolarmente valutati saranno il possesso di un quadro organico degli elementi fondamentali, unitamente alla padronanza espressiva. La conoscenza mnemonica e superficiale degli argomenti, unita a un linguaggio inappropriato o confuso, non permettono di raggiungere una votazione finale brillante.

18-21   conoscenza prevalentemente o esclusivamente descrittiva, espressa in un linguaggio modesto e/o inadeguato; scarsa chiarezza e limitata organizzazione del pensiero; approfondimento ridotto o nullo

22-25  discreta conoscenza della materia e dei problemi, che riflettono applicazione ma che sono riferiti talora in un linguaggio non sempre appropriato e di tono colloquiale/ familiare; tracce di una rielaborazione autonoma delle questioni studiate, con una certa abilità analitica

26-29  buona conoscenza delle problematiche connesse con la materia; l'espressione è coerente e appropriata, con un livello di riflessione decisamente elevato, con capacità esemplificative e critiche

30-30L ottima conoscenza e sicurezza di espressione, con una rielaborazione autonoma e disinvolta dei vari argomenti e senza alcuna difficoltà nel passaggio da questioni generali a particolari; il linguaggio espressivo è accurato e di livello superiore

Assessment criteria of knowledge

The final exam consists both of a written test of multiple choice questions and, if the test is passed, a following oral examination. During the oral exam, the student must be able to demonstrate her/his knowledge of the course material and be able to discuss the reading matter thoughtfully and with the property of the expression.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

È indispensabile la conoscenza geo-storica dell’Europa tardo antica e medievale, nonché la conoscenza dei fondamenti linguistici riguardanti la fonetica articolatoria, la fonologia e la morfologia, per i quali si consigliano:

- Atlante storico Garzanti, Garzanti, 1994: 86-121, 128-150, 168-169.

- Simone, R., Fondamenti di linguistica, G. Laterza, 1990 (“I suoni delle lingue”, “Morfologia”).

- Graffi, G., Scalise, S., Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica (3. ed.), Il Mulino, 2013 (c. 10: "La trasformazione delle lingue. Linguistica storica").

È consigliabile aver seguito i corsi o studiato un programma di Glottologia/Linguistica generale

Prerequisites

A general acquaintance with historical periods like Late-Antique and High Middle Ages as well as Glottology/General Linguistics is highly advisable. In this regard, any historical atlas and introductions to linguistics are strongly recommended

Indicazioni metodologiche

Lezioni frontali con il coinvolgimento attivo di studentesse/studenti

Teaching methods

Face-to-face lectures with an active involvement of students

Programma (contenuti dell'insegnamento)

L'idea di Medioevo germanico tra Umanesimo e Romanticismo. Il Carme di Ildebrando

Definizione, scopi e limiti della filologia germanica; origine dei Germani e rapporti con la civiltà celtica e l’Impero Romano; organizzazione sociale e migrazioni, cultura, religione e oralità; elementi di linguistica germanica, fonti e testimonianze delle lingue e delle letterature germaniche, con particolare attenzione al Carme di Ildebrando alto tedesco antico. Una parte del corso sarà dedicata alla ricezione del Medioevo germanico nella cultura occidentale tra l'Umanesimo protestante e il Romanticismo.

Syllabus

The myth Germanic Middle Ages between Renaissance and Romanticism. The Hildebrand(s)lied

The basic elements of Germanic linguistics, as well as their literary sources, will also be investigated. Chronologically the course will mainly concentrate on the medieval period when the common cultural heritage can be more clearly perceived in the extant documents and literary texts worked out in the Germanic area, with particular attention devoted to the Old High German Hildebrand(s)lied. A specific portion of the course will be devoted to the legacy of the Germanic medieval cultures during the long period between Reformation and Romanticism.

Bibliografia e materiale didattico

PROGRAMMA DA 9 cfu:
Battaglia, M., I Germani. Genesi di una cultura europea, Carocci, 2013 (eccetto il cap13); Battaglia, M., Medioevo volgare germanico (2. ed. riv. e ampliata; con un contributo di M.R. Digilio), Pisa University Press, 2016; Montanari, M.L’invenzione del Medioevo, in Montanari M. et al., Storia medievale, Laterza, 2002: 268-279 (SOLO X L'ESAME DA 9cfu); gli appunti delle lezioni.

Dispense scaricabili in formato PDF al sito http://moodle.humnet.unipi.it/ dalla cartella "LIN

PROGRAMMA DA 6 cfu:
Battaglia, M., I Germani. Genesi di una cultura europea, Carocci, 2013 (eccetto il cap13); Battaglia, M., Medioevo volgare germanico (2. ed. riv. e ampliata; con un contributo di M.R. Digilio), Pisa University Press, 2016; Montanari, M.L’invenzione del Medioevo, in Montanari M. et al., Storia medievale, Laterza, 2002: 268-279 (FACOLTATIVO); gli appunti delle lezioni.

Dispense scaricabili in formato PDF al sito http://moodle.humnet.unipi.it/ dalla cartella "LIN

Bibliography

Battaglia, M., I Germani. Genesi di una cultura europea, Carocci, 2013 (eccetto il cap13); Battaglia, M., Medioevo volgare germanico (2. ed. riv. e ampliata; con un contributo di M.R. Digilio), Pisa University Press, 2016; Montanari, M.L’invenzione del Medioevo, in Montanari M. et al., Storia medievale, Laterza, 2002: 268-279 (optional); lectures’ notes.

PDF Downloads supporting-material (from LIN-folder)

 

Indicazioni per non frequentanti

Battaglia, M., I Germani. Genesi di una cultura europea, Carocci, 2013; Battaglia, M., Medioevo volgare germanico (2. ed. riv. e ampliata; con un contributo di M.R. Digilio), Pisa University Press, 2016; Montanari, M.L’invenzione del Medioevo, in Montanari M. et al., Storia medievale, Laterza, 2002: 268-279; Zironi, A. (a cura di), Il carme di Ildebrando. Un padre, un figlio, un duello, Meltemi, 2019 (cc. 1, 2, 5); Spazzali, P., Appunti di Linguistica germanica, CUEM, 2005.

Non-attending students info

Battaglia, M., I Germani. Genesi di una cultura europea, Carocci, 2013; Battaglia, M., Medioevo volgare germanico (2. ed. riv. e ampliata; con un contributo di M.R. Digilio), Pisa University Press, 2016; Montanari, M.L’invenzione del Medioevo, in Montanari M. et al., Storia medievale, Laterza, 2002: 268-279; Zironi, A. (a cura di), Il carme di Ildebrando. Un padre, un figlio, un duello, Meltemi, 2019 (chh. 1, 2, 5); Spazzali, P., Appunti di Linguistica germanica, CUEM, 2005.

PDF Downloads supporting material (from Moodle--"Non-Frequentanti" folder)

Modalità d'esame

La verifica delle competenze acquisite si compone di due fasi distinte, di carattere scritto (della durata di 15 min.) e (successivamente al superamento della prova) orale. Le due prove  concorrono rispettivamente al 40% e al 60% della valutazione finale. La prima prova consiste in un test scritto di carattere generale sul programma di esame articolato in una serie di domande con risposta a scelta multipla e del tipo ‘vero-falso’. Il colloquio orale mira invece a valutare il livello specifico delle capacità di base, relativamente al concetto di ‘fonte’ e all’ambito storico-culturale, linguistico e letterario nel quale sorsero e si svilupparono le lingue germaniche.

Note

Inizio lezioni: Martedì 24/9

***ATTENZIONE:*** LA VALIDITÀ DEI PROGRAMMI È BIENNALE

Orario: 
mart-merc-giov: 14.15-15.45 (Aula B-3)

 

.....

.....

.....

Notes

Lessons are scheduled to begin on Sept. 24th

 

Timetable: 
Tue-Wed-Thu: 14.15-15.45 (classroom B-3)

Ultimo aggiornamento 20/10/2019 17:06