Scheda programma d'esame
ANTROPOLOGIA CULTURALE B
CATERINA DI PASQUALE
Anno accademico2021/22
CdSSCIENZE PER LA PACE: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E TRASFORMAZIONE DEI CONFLITTI
Codice378MM
CFU6
PeriodoSecondo semestre
LinguaItaliano

ModuliSettoreTipoOreDocente/i
ANTROPOLOGIA CULTURALE BM-DEA/01LEZIONI36
CATERINA DI PASQUALE unimap
Obiettivi di apprendimento
Learning outcomes
Conoscenze

Questo è il modulo avanzato di Antropologia culturale per la laurea triennale, che si tiene nella seconda parte del II semestre. In particolar modo saranno approfonditi i seguenti ambiti tematici:

- antropologia della memoria;

- antropologia storica;

- memoria storica-memoria collettiva-memoria soggettiva;

- storia orale e storie di vita;

- i metodi della ricerca con le fonti orali. 

Durante il corso studenti e studentesse acquisiranno saperi e tecniche relative a:

  • Come fare ricerca etnografica e antropologica raccogliendo le ‘voci degli altri’.
  • Come rilevare fonti orali in suddetti contesti.
  • Come interpretare le fonti e i documenti orali.
  • Come restituire ‘in forma narrativa’ la ricerca.
Knowledge

This is the advanced module of Cultural Anthropology, held in the second part of the second
semester. In particular, the following thematic areas will be explored:

- anthropology of memory;

- historical anthropology;

- historical, collective and subjective memory


- oral history and life histories;

- research methodologies concerning oral sources.

During the course, students will acquire knowledge and techniques related to:

- How to do ethnographic and anthropological research by collecting the 'voices of others'.

- How to collect oral sources in these contexts.

- How to interpret oral sources and documents.

- How to return research documents in 'narrative form'.

Modalità di verifica delle conoscenze

I livelli di apprendimento e di acquisizione delle conoscenze saranno monitorati costantemente dalla docente creando occasioni di confronto e scambio tra pari durante il corso, attraverso sperimentazioni intermedie e attraverso l'uso delle risorse a disposizione nella piattaforma moodle.

 

Assessment criteria of knowledge

The levels of learning and knowledge acquisition will be constantly monitored by the teachers,
creating opportunities for comparison and exchange between peers during the course, also
through the use of resources available on the Moodle e-learning platform.

Capacità

Le capacità che studenti e studentesse potranno sviluppare e/o rinforzare durante il corso saranno le seguenti:

  • La capacità dialogica
  • La capacità di progettazione della ricerca etnografica
  • La capacità di produzione delle fonti e dei documenti orali
  • La capacità di organizzazione e analisi dei saperi, delle fonti e dei documenti
  • La capacità critica e interpretativa
  • La capacità argomentativa
  • La capacità di ascolto
  • La capacità di lavorare in gruppo

 

Skills

The skills that students will be able to develop and / or strengthen during the course
will be the following:

  • The dialogical capacity
  • The ability in ethnographic research projecting
  • The ability to produce an collect oral sources and documents
  • The ability to organize and analyze oral sources and documents
  • Critical and interpretative skills
  • Argumentative skills
  • The ability to listen
  • The ability to work in a team
Modalità di verifica delle capacità

Le capacità acquisite saranno verificate costantemente durante il corso, sia durante le lezioni di didattica frontale e trasmissiva che durante le lezioni con proposte di didattica sperimentale, basata sull’apprendimento attivo e su sperimentazioni facilitate dalla piattaforma elearning.

Assessment criteria of skills

Acquired skills will be constantly checked, both during the "frontal" teaching lessons and during the lessons with experimental teaching proposals, based on active learning and on research experiences, also with the help of the e-learning Moodle platform.

Comportamenti

I comportamenti stimolati durante il corso saranno:

  • Predisposizione al dialogo
  • Predisposizione all’ascolto
  • Predisposizione alla critica
  • Predisposizione alla collaborazione
  • Adozione di una postura riflessiva
  • Propensione all'osservazione, descrizione e analisi
  • Adozione di una postura organizzativa autonoma
  • Ricerca del confronto e della socializzazione tra pari
  • Incremento della capacità espositiva in pubblico
  • Incremento della capacità argomentativa in pubblico
Behaviors

The course means to develop the following behaviors:

  • Dialogue capacity
  • Ability to listening
  • Predisposition to criticism
  • Predisposition for collaboration
  • Adoption of a reflexive posture
  • Propensity for observation, description and analysis
  • Adoption of an autonomous organizational posture
  • Search for comparison and socialization between peers
  • Increase of capacity to speak in public
  • Increase of argumentative ability in public
Modalità di verifica dei comportamenti

I comportamenti saranno verificati costantemente durante il corso, sia durante le lezioni di didattica frontale e trasmissiva che durante le lezioni con proposte di didattica sperimentale, basata sull’apprendimento attivo e su sperimentazioni facilitate dalla piattaforma elearning.

Assessment criteria of behaviors

Behaviors will be checked constantly, both during the frontal teaching lessons and during the lessons with experimental teaching proposals, based on active learning and on experiments facilitated by the e-learning platform.

Prerequisiti (conoscenze iniziali)

Il corso implica l'aver in precedenza frequentato il modulo A di base di antropologia culturale (o in alternativa aver sostenuto in anni accademici precedenti esami del ssd M-DEA/01).

Prerequisites

Prerequisite of the course is to have previously attended the basic module A of cultural anthropology (or alternatively to have taken exams of the ssd M-DEA / 01 in previous academic years).

Indicazioni metodologiche

Il corso è costruito sull’alternanza tra didattica frontale, didattica sperimentale finalizzata all’apprendimento attivo di conoscenze e all’acquisizione di competenze da parte degli studenti e momenti di confronto con studiosi esterni.

Data la peculiarità dell’offerta didattica è richiesta una frequenza continuativa e la partecipazione attiva di studenti e studentesse.

***La soglia minima per la frequenza è pari al 60% delle lezioni.

Teaching methods

The course is built on the alternation between frontal teaching, experimental teaching aimed at the active learning of knowledge and the acquisition of skills by students and moments of confrontation with external scholars. Given the peculiarity of the educational offer, continuous attendance and the active participation of students are required (attendance means to be present at least at 60% of the lessons).

Programma (contenuti dell'insegnamento)

L’insegnamento è organizzato in tre unità.

La prima riguarda le principali teorie antropologiche sulla memoria e la storia, sull’uso delle testimonianze nella ricerca antropologica, sulla storia orale e le storie di vita, sulla rilevazione e trascrizione e sull’uso delle fonti orali.  (Totale ore 6).

Il secondo riguarda l’approfondimento dei principali ambiti tematici e applicativi sviluppati dalla ricerca con le fonti orali (la città, il lavoro, la guerra, le migrazioni, ecc.). Verranno presentate ricerche e coinvolti ospiti che presenteranno i rispettivi ambiti di lavoro. (Totale ore 18).

Il terzo comprende momenti di sperimentazione laboratoriale finalizzata a creare familiarità con le fonti orali e con la storia orale. Studenti e studentesse verranno coinvolti in esercitazioni finalizzate ad acquisire competenze sulla rilevazione delle fonti orali, sull’ascolto, trascrizione e catalogazione, sull’interpretazione e restituzione delle stesse. Il terzo nucleo comprende anche le lezioni di recupero e quelle relative la preparazione della prova finale. Laddove fosse possibile alcune lezioni saranno svolte in contesti e con modalità sperimentali. (Totale ore 12).

Syllabus

The teaching is organized in three units. The first concerns the main anthropological theories on memory and history, on the use of witnesses in anthropological research, on oral history and life histories, on the methodologies of collection and transcription of oral sources. (Total 6 hours).

The second unit concerns the in-depth study of the main thematic areas of oral sources research  (the city, work, war, migration, etc.). Empirical researches will be presented and external scholars will be involved to present and discuss their respective research fields. (Total hours 18).

The third unit includes moments of laboratory experimentation, aimed at creating familiarity with oral sources. Students will be involved in exercises aimed at acquiring the ability to collect oral sources, to listening, record and analyze oral documents. Where possible, some lessons will be held in experimental contexts and methods. (Total 12 hours).

Bibliografia e materiale didattico

Bibliografia:

Bonomo, B. [2013], Voci della memoria. L’uso delle fonti orali nella ricerca storica, Roma, Carocci.

Calegari M., [2021] La sega di Hitler. Storie di strani soldati (1944-1945), Edit Press, Firenze.

Clemente P., [2013] Le parole degli altri. Gli antropologi e i racconti della vita, Pisa, Pacini.

Contini G., [1997] La memoria divisa, Rizzoli, Milano.

Di Pasquale C. 2018, Antropologia della Memoria. Il ricordo come fatto culturale, Bologna, Il Mulino.

Di Pasquale C., [2010], Il ricordo dopo l'oblio. Sant’Anna di Stazzema, la strage, la memoria, Roma, Donzelli.

Fanelli A., [2018] A casa del popolo. Antropologia e storia dell’associazionismo ricreativo, Roma, Donzelli.

Ferrarotti F., 1974, Vite di baraccati, Napoli, Liguori Editori.

Gribaudi G. (a cura di) [2020], Testimonianze e testimoni nella storia del tempo presente, Editpress, Firenze.

Passerini L., [1984], Torino operaia e fascista. Una storia orale, Roma-Bari, Laterza.

Passerini L., [1988], Storia e soggettività. Le fonti orali e la memoria, Roma, La Nuova Italia.

Passerini L., [1991], Storie di donne e femministe, Torino, Rosenberg&Sellier.

Passerini L., [2008], Autoritratto di gruppo, Firenze, Giunti.

Pistacchi M. (a cura di) [2010], Vive voci. L’intervista come fonte di documentazione, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [1985] Biografia di una città. Storia e racconto. Terni 1830-1985, Torino, Einaudi.

Portelli, A. [1999] L'ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2007] Storie Orali. Racconto, immaginazione, dialogo, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2008] Acciai speciali. Terni, la Thyssen Krupp, la globalizzazione, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2017] La città dell’acciaio. Due secoli di storia operaia, Roma, Donzelli.

Proglio G., 2020, Bucare il confine. Storie della frontiera di Ventimiglia, Milano, Mondadori. 

Proglio G., 2021, I fatti di Genova. Una storia orale del G8, Roma, Donzelli. 

 

 

Bibliography

Bibliografia:

Bonomo, B. [2013], Voci della memoria. L’uso delle fonti orali nella ricerca storica, Roma, Carocci.

Calegari M., [2021] La sega di Hitler. Storie di strani soldati (1944-1945), Edit Press, Firenze.

Clemente P., [2013] Le parole degli altri. Gli antropologi e i racconti della vita, Pisa, Pacini.

Contini G., [1997] La memoria divisa, Rizzoli, Milano.

Di Pasquale C. 2018, Antropologia della Memoria. Il ricordo come fatto culturale, Bologna, Il Mulino.

Di Pasquale C., [2010], Il ricordo dopo l'oblio. Sant’Anna di Stazzema, la strage, la memoria, Roma, Donzelli.

Fanelli A., [2018] A casa del popolo. Antropologia e storia dell’associazionismo ricreativo, Roma, Donzelli.

Ferrarotti F., 1974, Vite di baraccati, Napoli, Liguori Editori.

Gribaudi G. (a cura di) [2020], Testimonianze e testimoni nella storia del tempo presente, Editpress, Firenze.

Passerini L., [1984], Torino operaia e fascista. Una storia orale, Roma-Bari, Laterza.

Passerini L., [1988], Storia e soggettività. Le fonti orali e la memoria, Roma, La Nuova Italia.

Passerini L., [1991], Storie di donne e femministe, Torino, Rosenberg&Sellier.

Passerini L., [2008], Autoritratto di gruppo, Firenze, Giunti.

Pistacchi M. (a cura di) [2010], Vive voci. L’intervista come fonte di documentazione, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [1985] Biografia di una città. Storia e racconto. Terni 1830-1985, Torino, Einaudi.

Portelli, A. [1999] L'ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2007] Storie Orali. Racconto, immaginazione, dialogo, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2008] Acciai speciali. Terni, la Thyssen Krupp, la globalizzazione, Roma, Donzelli.

Portelli, A. [2017] La città dell’acciaio. Due secoli di storia operaia, Roma, Donzelli.

Proglio G., 2020, Bucare il confine. Storie della frontiera di Ventimiglia, Milano, Mondadori. 

Proglio G., 2021, I fatti di Genova. Una storia orale del G8, Roma, Donzelli. 

Indicazioni per non frequentanti

 

 Per gli studenti e le studentesse non frequentanti la prova d’esame consiste in un colloquio orale su tre testi:

1) Di Pasquale C. 2018, Antropologia della Memoria. Il ricordo come fatto culturale, Bologna, Il Mulino.

2-3) due testi tra quelli indicati nella sezione dedicata alla bibliografia e ai materiali didattici.

 

 

 

Non-attending students info

For non-attending students, the exam consists of an oral interview on three texts:

1) By Pasquale C. 2018, Anthropology of Memory. Memory as a cultural fact, Bologna, Il Mulino.

2-3) two texts among those indicated in the above section on bibliography and teaching materials.

Modalità d'esame

Per gli studenti e le studentesse frequentanti l’esame si baserà su prove intermedie e finali.

  • Le prove intermedie (singole e di gruppo) non avranno valutazione quantitativa, ma saranno funzionali alla socializzazione tra pari delle conoscenze apprese e alla verifica delle competenze acquisite fino a quel momento.
  • La prova finale avrà valutazione quantitativa e consisterà nella produzione di dossier di ricerca svolti singolarmente o in piccoli gruppi relativi ai casi di studio presentati e analizzati durante il corso.

I dossier di ricerca potranno essere prodotti usando diverse tipologie:

  1. Tesine scritte strutturate come piccoli saggi,
  2. Power Point/ipertesti
  3. Videodocumentari
  4. Podcast

I criteri di presentazione dei dossier di ricerca variano a seconda delle tipologie scelte dal/la singolo/la studente/ssa. Per esempio, la produzione di power point (ipertestuali) prevede la presentazione orale durante il colloquio d’esame, al contrario della tesina scritta e del video-documentario e del podcast.

Ai fini della valutazione da parte dei docenti gli studenti e le studentesse dovranno consegnare i propri dossier una settimana prima della data ufficiale d’esame.

L’ultima lezione del corso sarà destinata alla presentazione di tutti i dettagli e dei riferimenti necessari al corretto svolgimento della prova d’esame.

Assessment methods

Only for attending students, the exam is based on intermediate and final tests.  The intermediate tests (single and group) have not a quantitative assessment, but are aimed to the socialization of the knowledge between peers and to the verification of skills acquired up to that moment. The final exam will have a quantitative evaluation and will consist in the production of research dossiers carried out individually or in small groups relating to the case studies presented and analyzed during the course. The research dossiers can be produced using different types:

  • Written essays structured like small essays,
  • Power Point / hypertext
  • Videodocumentaries
  • Podcast

Criteria of submission of research dossiers vary according to the format chosen by the individual student. For example, the production of power points (hypertext) involves the oral presentation during the exam interview, as opposed to the written essay and the video-documentary and the podcast. For the purposes of evaluation by the teachers, students must submit their dossiers one week before the official exam date. The last lesson of the course will be intended for the presentation of all the details and references necessary for the proper performance of the exam.

Altri riferimenti web

Una pagina Moodle dedicata sarà aperta poco prima dell'inizio del corso, nella seconda parte del  secondo semestre

Additional web pages

A course webpage on the elearning platform Moodle will be opened on the beginning of the course, in the second part of the second semester. 

Note

Composizione della Commissione d'esame :

Presidente: Caterina Di Pasquale

Due membri:Fabio Dei, Luigigiovanni Quarta

Presidente supplente: Fabio Dei 

Due membri supplenti Dario Nardini, Lorenzo Urbano 

o

 

Notes

Exam commission:

Chairwoman: Caterina Di Pasquale

Members: Fabio Dei, Luigigiovanni Quarta

Alternate chairman: Fabio Dei

Alternate members: Dario Nardini,  Lorenzo Urbano 

Ultimo aggiornamento 27/01/2022 12:05